Shoe Contest 2012: finalmente le foto

Prima di mostrarvi le foto dello Shoe Contest 2012 vorrei ringraziare di nuovo tutte le ragazze che hanno deciso di partecipare, anche quest’anno è stato divertente scoprire che siamo in tante a condividere la passione per le scarpe; una passione senza dubbio frivola, non salviamo certo il mondo a colpi di tacchi a spillo, sarebbe meraviglioso poterlo fare, ma sicuramente questo nostro modo tutto femminile di vivere un “accessorio” ci fa stare tanto bene. E’ stato emozionante scoprire che esistono uomini capaci di interpretare questa nostra passione, come anche avere la conferma che un paio di scarpe nuove non solo può cambiare la vita, come direbbe Cenerentola, ma che è un alleato speciale per superare momenti un po’ sfigatini della vita, un’iniezione di femminilità e malizia che fa sentire subito meglio. Grazie a tutte voi per avermi ricordato perché dopo tanti anni sono ancora qui con questo blog, nato davvero per gioco.

Ma adesso basta sentimentalismi, vi ricordo che avete tempo per votare fino alle ore 12:00 di mercoledì 5 Dicembre, ovviamente potete farlo un’unica volta, per un’unica concorrente; sarete quindi voi a decidere chi vincerà un buono di 150 Euro per un paio di scarpe Andrea Iommi, io non ho nessun potere di voto o giudizio, ma mi sono rifatta gli occhi quotidianamente con le vostre foto quindi sono già molto soddisfatta.

IMPORTANTISSIMO: votate SOLO commentando questo post, non le foto singole, perché per me è impossibile conteggiare i voti sparsi ovunque!

GIGGETTA:

Era il 18 febbraio 2012, stavamo in un ristorante con un bel gruppo di amici per festeggiare tre compleanni, tra cui il mio: Alex stava facendo un discorso su principesse, principi e ammmòre. Ad un certo punto il silenzio, la mia faccia era ?__?.. guarda davanti a me e sul tavolo c’era una busta di Manolo Blanhik! Inizio a piangere e scartare, ma quanti fiocchetti ci sono?!? Finalmente apro la scatola e vedo queste Sedaraby bellissime in raso bianco, con la bocca da pesce lesso ne prendo una.. Alex me la sfila dalla mano, si inginocchia e semplicemente dice “Quieres casarte conmigo?” *___* Insomma potevo non scegliere loro?!? 😉

shoe contest 2012 manolo blahink

SABRINA:

E’ la foto scattata dal fotografo nel giorno del mio matrimonio (16 giugno 2010) alle mie amate Louboutin Tahiti.

Piccola parentesi… All’epoca cercai Idealheel per loro e una volta provati gli enormi benefici (almeno dal mio punto di vista!) decisi di investire in questo progetto e di far diventare Idealheel il mio lavoro! Nonostante foto sui sampietrini, rinfresco sul prato e numerose uscite successive, le mie bimbe sono ancora perfette, come appena uscite da quella magica scatolina ecru.

scarpe da sposa louboutin taithi

ROSA:
Dopo attenta riflessione ho scelto le mie ultime Casadei perchè secondo me sono perfette! Particolari, ma non eccessive… in una parola: classe! 

scarpe casadei gioiello spuntate

STEFANIA: Le mie Manolo.
Perché era la nostra prima volta insieme a NYC.
Perché era il primo giorno del nostro viaggio di nozze, il primo giorno della nostra nuova vita.
Perchè neanche il tempo di uscire dal MoMa e mi ha portata lì dicendomi “scegli quello che vuoi” e io sembravo una bambina nel paese dei balocchi
Perché …. è Manolo!

mano blanhink sandali con lacci

ANNARITA: Comprare qualsiasi tipo di scarpa per me ha sempre rappresentato un incubo!  I guai aumentano se si si tratta di decolletè o scarpe col tacco in genere: troppo larghe, mi scivola il piede in avanti… L’anno scorso in estate non riuscì a trovare le scarpe che desideravo. Dopo qualche giorno, dal mio rientro nella città dove studio, andai a fare una passeggiata. Entrai per sbaglio nel negozio e nel giro di cinque minuti acquistai tre paia di scarpe, tra cui quello nella foto. Sono comode, leggere e perfette per il mo piedino. Quel giorno sono stata soddisfatta e felice come non mai per il mio acquisto!

CRISTINA B: Ho scelto questo paio di scarpe, perché sono tra le ultime che ho comprato e  sono le mie preferite, per tanto tempo gli ho fatto il filo…poi un giorno mio marito mi disse: ” Ti piacciono?Comprale!” E lì non ho resistito, le volevo ai miei piedi. Così le ho comprate…il tacco è molto alto, anzi altissimo, e la scarpa nel suo insieme è molto accattivante!!!

 DESY: La scelta è caduta su un magnifico paio di sandali in cuoio verniciato, tacco a spillo, firmati Casadei. Come potevo non scegliere loro, non potevo tradirle!!!!!!!! è stato il mio primo acquisto Casadei, le ho desiderate davvero tanto e dopo una lunga attesa sono riuscita a farle mie. Sono i sandali più comodi che abbia mai indossato in vita mia, nonostate il tacco di 12 cm. Ha una linea molto elegante, sensuale e al tempo stesso semplice, io sono proprio così, rispecchiano molto il mio modo di essere. 🙂

sandali casadei

SIMONA: Siamo a luglio di quest’anno e mi trovo in sicilia e per colpa degli ultimi esami in facoltà mi sono trovata a distanza di due settimana dal matrimonio di una mia carissima amica senza avere comprato le scarpe. Il mio vestito era già abbastanza appariscente comprato da Sandro Ferrone (stilista che adoro) di un colore argento in seta e viscosa mono spalla e desideravo un paio di scarpe non appariscente ma particolari. Ecco la mattina inizia male perchè scendo da casa alla 7.30 per andare al policlinico (sono una studentessa dell’ultimo anno in medicina) appena arrivo mi dicono che non c’è niente da fare in reparto ma me lo dicono solo dopo le 9, allora stanca e un pò delusa scendo al centro appena metto piede fuori dal tram un diluvio di estate mi prende in pieno e allora inizio a correre e mi rifugio dentro un negozio che vende scarpe che già conoscevo ma che porta questa nuova marca Pepa incuriosita inizio e girare e le vedo lì, chiedo il mio numero e visto che ho un piede da cenerentola 35-36 ed ho sempre difficoltà in quanto le mie scarpe partono da un minimo di 60 euro in su e allora le provo, amore subito appena infilate al piede, prezzo conveniente e in più un 20% perchè ultimo numero. E’ finita che al matrimonio le ho tenute dalle 14.30 del pomeriggio fino le 5.30 della mattina senza toglierle nemmeno per un istante, leggere comode e super indossabili con i complimenti delle mie amiche…che soddisfazione comprare delle scarpe multi uso e che mi hanno cambiato la giornata. Non so se è stato il caso ma uscita dal negozio c’era un sole alto, limpido e caldo…

FRANCESCA: Be’ sostanzialmente cercavo delle scarpe senza tempo,eleganti ma spicy,nn da “signora”.quando le ho viste in vetrina ho sentito un pugno allo stomaco (anche perche’ sapevo che sarebbero costate una fortuna).sono entrata e le ho provate…..la sensazione di benessere,di eleganza senza tempo che mi hanno dato nn si puo’ descrivere. Mi sono messa in piedi davanti al grande specchio della boutique e ho visto l’immagine della curva leggera del collo del piede che si rifletteva … Ho solo preso la carta di credito.senza neanche pensarci un altro secondo.
Sono le scarpe più’ belle che abbia mai visto
Ogni volta che le indosso c’e’ qualcuno che mi chiede”scusami,posso chiederti dove le hai comprate”????

CRISTINA: Li ho inseguiti per due anni. Due dannatissimi anni in cui ho pensato che non ce l’avrei mai fatta a infilarci i piedi dentro. Dal sito ufficiale LESILLA, a YooX, a eBay Annunci, a eBay.it. Sempre più scontati, sempre della misura sbagliata. Li ho guardati, adorati, venerati, pregati. Prima o poi sarete miei… ma sparivano così come apparivano. Effimeri, lontani. E poi, di colpo, quando ormai avevo quasi perso le speranze, appaiono dal nulla nella misura giusta, a un prezzo stracciato, a due passi da casa. E ora non me li levo più, sono arrivata persino a dormirci!

JENNY: Le mie Nebur deco tacco in metallo, ho scelto queste perchè a mio parere è la scarpa con tacco per eccellenza. Mai come con le altre, fin dai primi passi sentii che il mio corpo e le mie gambe erano un tutt’uno con quelle sottili e affusolate appendici: sembravano davvero un mio prolungamento naturale, mi davano un portamento e una sicurezza incredibili, mi facevano sentire straordinariamente bene. Ricordo perfettamente di aver fatto un gesto la prima volta che le ho indossate: restando in equilibrio su un piede solo ho sollevato all’indietro l’altra gamba, ho preso con la mano il tacco della scarpa e l’ho tirato verso l’alto per controllare se la scarpa calzasse nel modo giusto.
Beh, ho avuto davvero l’impressione di avere in pugno tutta la mia gamba, e non solo la banale estremità di una calzatura, ci misi poco a decidere che sarebbero state quelle, e per sempre, le mie scarpe preferite.

GOULUE LA ROUGE: Le mie mitiche Caovilla ormai sono storia per le mie amiche: 16 maggio 2008, giorno prima del mio compleanno, un anno lavorativamente pessimo, l’azienda in cui lavoravo mi faceva schifo, il mio lavoro mi faceva schifo, ci lavoravo da pochi mesi ma arrivavo da un’altra azienda in cui l’esperienza era stata pessima! Insomma un periodaccio. Decido di regalarmi un giorno di ferie e, accompagnata da una mia carissima amica appassionata di scarpe come me e in astinenza da tacchi perchè incinta di 8 mesi, decido di passare la giornata a Milano nella zona del lusso a provare scarpe in ogni negozio che ci aggrada. Prima di cominciare, caffè nel bar più chic in zona Montenapoleone, poi Boutique Caovilla, che è un vero salottino, a provare tutto, ma proprio tutto! Il resto del pomeriggio abbiamo vagato tra negozi di scarpe con una lunga sosta da Roger Vivier. Inutile dire che la mia amica con il pancione non riusciva a mettersi e togliersi le scarpe, ma non voleva rinunciare alla prova, così abbiamo fatto impazzire le commesse 🙂 Giornata memorabile che mi ha riportato il buonumore. Fin’ora la spesa più folle, anzi l’unica, che ho fatto per un paio di scarpe.

sandali caovilla verde smeraldo

ANNA: Ho scelto queste perché me le ha regalate il mio fidanzato il giorno in cui mi ha chiesto di sposarlo! In più sono rosa, a fiori, molto “me”!!

DANIELA: queste sono le mie fantastiche Nebur…sognate a lungo..e poi finalmente avuto…Le adoro..sono favolose e  quando le indosso mi sento una Regina..

scarpe fetish indossate

LA GUADY: Dunque: sono particolarmente legata a queste scarpe per un sacco di motivi: Il primo in assoluto è perchè sono indubbiamente uno stupenderrimo paio di Jimmy Choo, cioè chi è che potrebbe non amarle???
Poi perchè nonostante un tacco assassino da 11,5 sono straordinariamente comode (e scusate se è poco!!!), poi perchè era una vita che desideravo possederne un paio, e quel fantastico essere di Ciccino me le ha regalate per il mio compleanno facendomi una sorpresa mozzafiato: (Ed infine le stra-adoro perchè le ho indossate il giorno più importante della mia vita… il giorno del mio matrimonio. Bè, direi che nessun altro paio di scarpe potrà equipararne l’affetto e le emozioni che fino ad oggi mi hanno regalato queste Jimmy, non trovate?

CRISTINA R: Bè che dire… la foto parla da sola! Come si può non scegliere un paio di Hector invernali? Qualità stile tendenza… tutto tranne convenienza!! questo si deve dire! Le ho scelte perché le adoro, perché sono una delle poche ad avercele (Originali e Invernali)!!!… perché hanno una pelliccia che ti innamori solo a vederla… per non parlare della sensazione che si prova ad avercele al piede!!!! comprate ad IBIZA- estate 2012- Hector forever!

118 thoughts on “Shoe Contest 2012: finalmente le foto

  1. Io come una scema mi sono dimenticata di partecipare! Pazienza, mi sono rifatta gli occhi con tutte le vostre meravigliose scarpe, sarà mooolto dura scegliere, quindi ci penserò un po’ su, intanto complimentissimi a tutte voi!
    Veronica

  2. Io voto Stefania! Quelle Manolo sono semplicemente stupende!!!

    Tutte le partecipanti hanno scelto scarpe davvero belle e interessanti, ma quelle di Stefania hanno quel qualcosa in più che le rende davvero diverse da tutte le altre, hanno attirato davvero la mia attenzione, facendomi rimanere incollata alla foto per un bel paio di minuti buoni!:D

  3. Ho dimenticato di specificare che le mie scarpe sono di Salvatore Ferragamo e sono il modello Spagna! Si può aggiungere? Baci
    Fra

  4. Sono indecisa tra Daniela e Guady….ma la scelta cade su…Guady! Le Jimmy Choo sono meravigliose sia per colore che per forma!

  5. Io scelgo Stefania perchè adoro quella bellissima francesina spuntata e poi beh… l’atmosfera e l’attenzione rivoltale dal marito.. non hanno eguali :)!
    Faccio comunque i miei complimenti a Giggetta, Sabrina, Rosa, Cristina Goulue La Rouge e La Guady per le loro deliziose scarpe!!!

  6. Voto senza dubbi GOULUE LA ROUGE; oltre ad essere dei sandali da sogno, Rene Caovilla è un’orgoglio, un’artista e un vanto per l’Italia….

  7. buon pomeriggio fanciulle..scusate lo sfogo, ma ne ho bisogno…quando finisce l’inverno, io sono felice, perchè odio il freddo e la neve…contemporaneamente pero’ inizia il mio calvario, perchè devo archiviare gli stivali, io ho il 35 di numero, pero’ con gli stivali vado di lusso, posso portare il 36 farcito di calzini e solette. Con le scarpe non è cosi’, non parliamo poi dei sandali….Non posso sempre portare le sneackers, che possono essere farcite, cosi’ un paio di settimane fa sono partita alla ricerca di un paio di SCARPE. Che poi io mica mi accontento di un bau-bau-micio-micio di scarpa qualsiasi…NO! complicarsi la vita è il mio passatempo preferito…io cercavo una scarpa tipo ballerina, ma con un pochino di tacco perchè sono troppo nana per andare via rasoterra, e che fosse scamosciata e sui colori beige o marrone. Da Pittarello c’era, ma dal 37 in su. In un negozio del centro, con la commessa simpatica come un ascesso, c’era il mio numero ma ROSSA..che me ne faccio di una scarpa rossa, se ho pure il trench lilla? Vago per mari e per monti finchè sabato ho trovato, a chilometri da qua, la scarpa che volevo io…ma il 35 NON C’ERA! e te pareva…la commessa mi convince a prendere il 36 “perchè senza calze il piede cresce di mezzo numero, e con una soletta si compensa l’altro mezzo”….si, stica**zi..qui fa ancora freddo per girare senza calze, posso mica farmi venire i geloni…comunque le ho prese lo stesso, per la modica cifra di 144 euro!!! vabbè dai ho pensato, per una volta, facciamo un investimento.Si sono allargate,cammino per strada come una papera perchè le perdo, si è scollata la soletta interna e mi fanno male sul tallone. E il prossimo che mi dice che Pittarello ha scarpe di cartone, gli sputo in un occhio 144 euro buttati nel c3sso W pittarello e le sue scarpe da 20 euro!

    1. La storia che con le calze il piede si allarga davvero non l’avevo mai sentita! Considera invece che con il freddo il piede si asciuga quindi una scarpa di un numero più grande diventa impossibile da mettere, rischieresti di perdertela per strada!
      Ho capito quali sono le scarpe Pittarello che hai provate, piacevano anche a me, mi dispiace che non esista il 35/36, costavano poco ma erano davvero ben fatte! Se vuoi provare a recuperare quelle che hai acquistato portale da un bravo calzolaio, fai inserire una soletta nuova sotto quella che si è scollata, e sopra quella originale: così dovresti recuperare una mezza misura, se ancora ti si sfilano l’unica soluzione è far aggiungere un cinturino sul collo del piede o alla caviglia, per tenerle al loro posto!

      Facci sapere come va a finire, a presto!

  8. Non ho dubbi. Le scarpe più belle sono quelle di Rosa. Eleganti, classiche, sensuali, ma al tempo stesso molto equilibrate. Nomination anche per Anna, Francesca e Simona.
    But the winner is:
    ROSA

  9. Ho fatto casino scusate ☺ dicevo che la scelta di francesca è la piú bella! Il satin, il nero e l’effetto in visione frontale della scarpa trattenuta solo dall’incrocio degli ampi listini rende i sandali eleganti e sensuali! Li cercheró anch’io! Ferragamo è un must

    1. GRAZIE SABRINA!!!!!Ricordati il modello e’ Spagna. Poi sono interamente realizzate a mano e sono eccezzionalmente comode. Grazie mille

  10. Io voto per Anna, chi regala scarpe dopo una proposta di matrimonio merita decisamente stima (e pure lei che si è scelta un ometto del genere) 😀

  11. È davvero difficilissimo fare una scelta tra tante meraviglie, ad ogni modo il mio voto è per Giggetta e il meraviglioso regalo che ha accompagnato la proposta di matrimonio! 🙂

  12. E’ davvero difficile ma il mio voto va’ per Stefania. Scarpe particolari e stupende e la storia è da batticuore. E poi … Manolo è Manolo… giusta conclusione!

  13. Chiaramente amo le mie Ferragamo,ma visto che posso…….scelgo le jimmy Choo della LA GUADI,vorrei dire che io mi sono sposata con le sue stesse scarpe,sandali d’oro quasi identici ma di VICINI, incredibile!!!!!

  14. Voto Anna e le sue scarpe rosa…tenere dolci e romantiche come lei e come quell’indimenticabile proposta di matrimonio ricevuta dal suo fidanzato!!!!

  15. aaaaah bè, ma visto che possiamo votare anche noi “partecipanti” allora io in collaborazione con Ciccino diamo il nostro voto a FRANCESCA. Adorissimo il fatto che pur essendo un sandalo le dita non si vedano affatto, e poi l’effetto del collo del piede è spettacolare! ^.^

    Ci piaceva molto anche Goulue la rouge, ma il fatto che non si veda il tacco del sandalo ha fatto dare il nostro voto a Francesca! 😉

    In bocca al lupo a tutte

    1. Incredibile
      Avete esattamente compreso i motivi del mio amore per queste Ferragamo .posseggo tante Prada ,vicini,casadei,pedro garcia,ma nel cuore ho le Spagna.un ‘eleganza senza tempo. Chapeau a voi intenditori

  16. Dopo le primarie del PD, in attesa di quelle del PDL, prima che Papi Silvio annulli ogni consultazione e si proclami vincitore in ogni “contest…o”)))), vorrei partecipare nell’unico modo che mi è congeniale.

    Ho apprezzato l’emozione ricevuta dalle parole di Giggetta (pur non condividendo il matrimonio) e la classicità delle shoes in argomento (che con Manolo è merce insolita).

    La foto delle Louboutin di Sabrina è professionalmente romantica (però sposarsi per farsi fotografare le scarpe mi pare un’esagerazione …. Per fortuna Idealheel non erano in foto) e mio cugino, che di nome fa Sam Pietro, ancora ricorda con piacere quell’occasione.

    La perfezione non esiste ma Casadei ci va’ spesso vicino … eppoi il connubio Rosa/nero è sempre apprezzabile in una donna.

    Una Manolo è per sempre? Quelle indossate da Stefania mi auguro lo siano per molto, uno tra i modelli più graditimi.

    La felicità di Annarita è empatica: realizzare in 5 minuti ciò che solitamente richiede 5 ore è la gioia di quasi tutti gli “accompagnatori”. Sono felice per lei e anche se quelle “pietre” sono troppo diversamente colorate per stare tutte insieme su un sandalo dai listini marroni (mi pare) e che avrei preferito con tacco di almeno un paio di cm in +, devo onestamente dire che le sue estremità inferiori sono graziosamente armoniche sotto il profilo visivo.

    Raramente una decollete bianca riesce ad eccellere (con la punta tonda poi …); tuttavia, la presenza del tacco assassino cromato e la complicità coniugale ne elevano il valore soggettivo e i livelli di serotonina s’impennano 😉

    Il modo di essere di Desy è decisamente da apprezzare … purtroppo rinchiuse in quella scatola quelle notevoli CASADEI urlano …. “Libertààààà” di essere ammirate in giro per il mondo.

    Della presentazione di Simona l’unica cosa che non mi piace è il colore della pelle (che in foto pare tra il grigio ed il beige) perché non mi pare complementare col bel colore della fascia che avvolge, in maniera davvero affascinante il suo “piedino” con smalto “intonato”.

    Be’, sostanzialmente, direi che ….. la foto delle shoes di Francesca è la prima effettuata in “esterna” ma con soggetto ed autore dello scatto “dedicato” …. decisamente “spicy”, in effetti non sono da “signora” … da “femmina” direi … che è meglio! Le più belle mai viste? Sicura?

    A me gli stivaletti non hanno mai detto un granché ….. ma devo ammettere (e non riesco proprio a spiegarmi come mai) che quelli di Cristina me-ri-ta-no. La realizzazione di un sogno che sembrava perduto …. adoro le storie a lieto fine.

    Jenny, Daniela e le Nebur: prima una descrizione più analitica ma una foto con delle calze (nero su nero?) che non le valorizzano appieno contro una foto decisamente glamour (e non è solo lo stacco semi-inguinale a creare appeal), tecnicamente ineccepibile ma con una presentazione decisamente scarna. Il risultato finale però è il medesimo: un solo modello, due “Regine” ed una sensazione di “onnipotenza” che ben comprendo.

    Goulue La Rouge, Caovilla, “follia”, sandali … non posso far finta, non c’è commento. Un caro saluto.

    Ad Anna auguro tanta felicità ed uno spirito d’animo somigliante all’allegria delle “d’orsay” che indossa. Che poi non mi dispiacciono, anzi: è che la gioiosa e spensierata allegria che quelle scarpe trasmettono impedisce ulteriori valutazioni.

    Ad una donna che sfoggia una french su entrambe le sue delicate estremità mentre indossa un bel modello di Jimmy Choo, che parla di regali, matrimoni, affetto ed emozioni avvolta in una nuvola rosa … che aggiungere? Grazie, Guady.

    Cara Cristina R., che posso dire? Dopo 3 minuti di calma e pacata riflessione, dirò che la tua originalità è senz’altro l’aspetto più interessante che mi ha colpito. Se posso permettrmi un consiglio, frequenta più spesso questo blog, seguine le utili e didattiche indicazioni e vedrai che, pian piano, anche le tue caviglie vorranno mostrarsi al mondo intiero.

    Le insindacabili regole della competizione hanno previsto una sola scelta, privilegiando l’aspetto visivo a quello descrittivo/motivazionale … peccato, di solito l’interesse si manifesta per un qualcosa di soggettivo, unico ed irripetibile, per chi le indossa piuttosto che per le “indossate” (tanto più che, normalmente, sono prodotte in serie”) …., cmq … ora, dopo aver rivolto un pensiero a tutte le concorrenti, per doveroso e pertinente adempimento dico: “CASADEI” – NON indossate da Desy -.

      1. Che bel commento fluviale…è il mitico Doctor Retifist in incognito? 🙂
        Io voto per le Casadei di Rosa; piazza d’onore per Desy e Francesca

  17. E’ difficile, difficilissimo dover esprimere un solo, singolo giudizio…

    … Ma sono innamorato delle Lance della Guady da troppo tempo. Il mio voto va a lei e alle sue Jimmy Choo!

    Complimenti a tutte e a Sara (che emozione sentire la tua voce alla Radio, l’altra sera ;-)) per il Contest

    Edo

  18. Io per Sabrina, oltre ad essere delle Louboutin (amo, amo, amo), premio anche la foto che è veramente bella.
    Sì lo so, non è un concorso fotografico, ma quella foto mi ha fatto fermare lì… a guardare… e sognare!

  19. Io voto i non miei amatissimi sandali verdi di Caovilla di Goulue La Rouge.
    E se mai lei leggesse questo commento, aggiungo: quei sandali li ho amati dal primo momento in cui ho visto il post dell’acquisto, non me ne volere ma salvai le foto e ancora oggi le guardo sognante. Appena “saputo” che mi sposavo ho mandato Shoe e Cris da Caovilla a Roma con le foto perché io quei sandali volevo, quella cascata verde bramavo e avrei adattato il vestito alle scarpe MAI viceversa!! Sarebbero state l’auto regalo indiscusso. E invece da Caovilla non li avevano ç__ç
    Quando sono andata in persona ho provato un modello simile, in champagne/dorato con fiori brillanti invece della cascata.. belli per carità, ma alla fine ho optato per gli snake argento, il mio cuore era ormai infranto.

    Quindi io ripeto che TI AMO, Caovillisticamente parlando 🙂

    1. Cara Giggetta86, conosco la tua storia perché ho inviato la foto della scatola delle mie Caovilla verdi a Sara per poter andare al negozio di Roma a cercarle attraverso il loro codice… Così ora anche tu conosci la storia dei miei mitici sandali che parzialmente avevo già pubblicato, soprattutto il contesto in cui vivevo quando li ho scelti come premio auto assegnato per la resistenza alla sfiga avuta in quei mesi! Sappi che ero anche disposta a prestarteli per il giorno fatidico ma ho scoperto che abbiamo un numero e mezzo di differenza! Altrimenti te li avrei spediti in Spagna, perché se non ricordo male ti sei sposata a Barcellona, no?
      Comunque, anche per me è stato amore a prima vista, quando sono entrata in negozio avevo un budget della metà esatta di quanto alla fine ho speso per loro ma… Nessun pentimento!

  20. Io voto LA GUADY, adoro quei sandali e anche il vesito rosa 🙂
    Mi dispiace non aver partecipato, ho troppe scarpe e nessuna è la mia preferita. Anzi, una volta ce l’avevo, i miei primi tacchi, un paio di MaryJane di Fornarina del ’99. Peccato che la mamma le abbia buttate.

  21. Voto le caovilla di goulue la rouge perchè sono qualcosa da starci male per quanto sono belle ( e perchè lei le porta divinamente!) 😉

  22. Beh! scelta molto difficile, prima di tutto complimenti alle partecipanti e hai relativi commenti, mi sono molto divertito a leggerli 😉 per me comunque alla fine vince il sandalo di Caovilla di Goulue la Rouge

  23. Voto Simona, mi piacciono molto queste scarpe blu, in accoppiato con un bel jeans le trovo fantastiche e dalla foto sembrano anche comodissime e poi non si può non premiare una scarpa così carina trovata con così tanto sacrificio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.