Scarpe Yatay, le sneakers vegane e sostenibili Made in Italy

Ho scoperto le scarpe Yatay da pochi giorni e ho subito deciso di presentartele in un post, perché sono vegane, ecosostenibili e Made in Italy.

E c’è bisogno di progetto di questo tipo, soprattutto in questo periodo!

yatay scarpe

L’azienda ha scelto di produrre queste innovative sneakers proprio qui in Italia, dove già da anni si lavora per proporre alternative alla pelle e ad altri materiali inquinanti, spesso usati nella produzione di calzature.

 

In questi giorni si parla tanto, e giustamente, della necessità di rivedere le nostre abitudini di consumo in modo globale, perché il pianeta sta collassando sotto il peso dei nostri vizi e dei nostri rifiuti, quindi mi è sembrato doveroso farti conoscere questa nuova scoperta.

La sneakers vegan ecosostenibili Yatay sono disponibili sia da uomo che da donna, in questo momento i modelli in gamma sono due, uno basso sulla caviglia e l’altro più alto; sia Neven Low che Neven Hogh sono state declinate in tantissimi colori diversi, dal verde scuro perfetto per l’autunno all’azzurro polvere, splendido in primavera.

 

YATAY scarpe vegane ecosostenibili

La linea di queste scarpe è piuttosto minimal e classica, scelta voluta per consentire al consumatore di indossarle per anni, senza doversi preoccupare troppo delle tendenze passeggere di stagione, che contribuiscono inevitabilmente a far aumentare gli sprechi.

scarpe yatay

Ogni elemento che compone le sneakers è stato scelto per il suo basso impatto sull’ambiente, ma Yatay ha pensato anche al comfort delle scarpe, garantito  da mesi di studio e ricerca che poi hanno dato vita alla prima collezione di scarpe 100% green.

L’azienda ha anche promesso che pianterà un albero per ogni paio di scarpe vendute, nelle zone del mondo più flagellate dalla deforestazione: un’iniziativa splendida, che contribuisce a rendere il brand ancora più eco friendly ed impegnato.

Curiosa di saperne di più sulla composizione delle sneakers Yatay?

sneakers yatay

 

La tomaia è realizzata con un tessuto non tessuto composto da un mix di fibre grezze e bio polioli; la fodera interna è in microfibra nata da un insieme di poliestere riciclato e poliuretano a base acquosa.

La suola è composta da poliuretano e ha al suo interno due nuclei bioplastici di recupero, ottenuti da scarti industriali; i lacci sono in cotone organico e in canapa italiana.

Come ti sembrano queste sneakers amiche dell’ambiente?

In questo momento puoi acquistarle nel sito ufficiale, mi piacerebbe molto provarle, dato che sembrano una bella novità con un importante concept alle spalle!

Leggi anche: Scarpe vegane, che significa?

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.