Sandali gioiello Giuseppe Zanotti F/W 2012/2013

Abbiamo già parlato dell’immenso coraggio necessario per indossare i sandali d’inverno, secondo me Giuseppe Zanotti ha creato queste meraviglie per indurci in tentazione, per costringerci a subire freddo e geloni in nome del sacro vincolo del sandalo gioiello opulento, sfacciato, ai limiti del kitch:

zanotti sandali gioiello

 

 

Mi riferisco al primo sandalo in alto, il secondo è molto elegante ma non altrettanto originale a mio avviso; nonostante l’impatto forte questo modello è perfettamente equilibrato: il tacco svettante rivestito in satin nero esalta le forme del piede femminile anche grazie ai due listini che lo incorniciano con grazia. Noto con piacere che il plateau è ridotto, sobrio ed elegante, utile a slanciare la decorazione gioiello realizzata in pietre dure colorate, lusso allo stato puro.

A darmi il colpo di grazia il cinturino alto alla caviglia, sensuale e glam,  questo è il classico sandalo bello da tenere in vetrina, ma divino se indossato dal piedino giusto!

6 thoughts on “Sandali gioiello Giuseppe Zanotti F/W 2012/2013

  1. Molto bello il primo, però i sandali d’inverno proprio NO: se gli stilisti sembrano non conoscere più le stagioni, per noi comuni mortali c’è un tempo per tutto! poi oddio, dipende da dove abiti, ma qui al nord se d’inverno vedo una ragazza senza calze…bè.. un pò ridicola lo è!

    1. Io penso una cosa: il fatto che vengano presentati per l’inverno non vuol dire che dobbiamo per forza metterli in inverno; se potessi li comprerei ora e li metterei finché possibile, poi li manderei in letargo sapendo che a primavera avrò dei gioielli quasi nuovi e stupendi da mettere! Resto però convinta che in certe occasioni ci vuole il sandalo, ma siccome non frequento red carpet per il momento mi accontento di sognarli!
      Quanto al concetto di ridicolo non sono d’accordo, alla fine se sta bene lei a noi cosa importa? Sono d’accordo nel caso in cui la ragazza in questione abbia le gambe livide per il freddo e si lamenti in continuazione, ma altrimenti sono per la libertà totale!

  2. Controcorrente: non mi piace nessuno dei due sandali.
    Riguardo i sandali aperti d’inverno, mi pare inutile ormai stare a chiedersi perché gli stilisti vadano “contro natura”: loro pensano in funzione dell’intero pianeta con tutti i suoi variegati climi (pensiamo all’Australia: lì adesso sta arrivando l’estate), non si limitano più a una visione eurocentrica della moda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.