Sandali con tacco Flute Casadei SS2014

Sto lentamente imparando a curare la mia “dipendenza da tacco Blade” (mentre continuo a morire dalla curiosità di sapere come sarà la nuova versione creata per l’inverno 2014, NDR), quindi oggi vi propongo una silhouette completamente diversa sempre firmata Casadei, il tacco Flute.

tacco Flute

5157N123.ER9T337_N60_8

Questo tacco Flute a virgola vuole essere un omaggio agli anni ’50, e secondo me è perfettamente riuscito; ho detestato il tacco a virgola proposto da Dior (non ho nemmeno avuto la forza di scriverne, è davvero esagerato) ma questa versione meno estrema fa molto cartoon, e devo ammettere che non mi dispiace affatto, anche se ci ho messo un po’ ad abituarmi all’idea.

Il tacco Flute, come anche l’intero tallone di questo sandalo, è rivestito con il pattern Mariposa, composto da motivi geometrici e farfalle blu; per i listini invece è stata scelta la nappa argentata effetto specchio, con piping nero a contrasto. Che dire, io li trovo adorabili, pur non essendo altissimi sanno farsi notare ma non risultano esagerati, voi cosa ne pensate?

 

Off Topic: dal mese di maggio mi occuperò nella newsletter mensile di Weekly Emotion, quindi dispenserò consigli non richiesti e chiacchiere random dedicate alle scarpe e alle borse anche da lì! L’iscrizione al sito è gratuita, veloce ma soprattutto utile per approfittare di sconti esclusivi, quindi… iscrivetevi, vi aspetto 🙂

12 thoughts on “Sandali con tacco Flute Casadei SS2014

  1. Esteticamente, faccio fatica a farci l'occhio: quel tipo di tacco non mi è mai piaciuto, inoltre la zip dietro al tallone che arriva alla caviglia mi maciullerebbe la ciccia, ma un lato positivo c'è: un tacco così arretrato verso l'interno deve rendere il sandalo davvero comodo.

    PS: la dipendenza da Blade si cura solo comprando altre Blade fino all'assuefazione! 😀

  2. La linea non mi dispiace, come il pattern utilizzato, ma le finiture lasciano a desiderare. Quella pelle specchiata argento proprio non mi va giù, ci sarebbe stato meglio qualcosa si più sobrio per bilanciare la stampa già di per sé carica e il tacco importante per forma. Bacio.

  3. Proprio una mezz'oretta fa ho aperto la newsletter Casadei dedicata al tacco flute (non ho cancellato l'iscrizione anche se, da quando sono vegana, posso solo guardare, sospirare e incacchiarmi per il fatto che mr. Casadei, e praticamente tutti i grandi shoe designers, continuino a snobbare l'ecopelle), e ho pensato "Strano che Shoegal non abbia ancora fatto un post sul flute"…detto fatto 😀

    Il Blade rimane sempre al top, però, dopo un periodo di adattamento visivo a questa nuova forma, trovo certi modelli molto carini e vagamente rètro, in particolare una deco cipria/rosa pesca con piccoli rombi intagliati <3  Di questo sandalo, mi piace solo la stampa mariposa.

    1. Pensa che ho programmato il post la scorsa settimana, quando ho visto la newsletter stamattina mi è preso un colpo! Comunque Casadei fa scarpe vegane solo su richista per le star, magari facendogli un po' di pressing gli facciamo capire che esistiamo pure noi 😉

      1. Mi sa che faremmo prima a vincere un Oscar, diventare star e farci fare la scarpa vegan su misura, Anne Hathaway rulez 😀 Comunque una mail al customer service di Casadei e Jimmy Choo vorrei provare a mandarla, tanto per saggiare un po' il terreno su eventuali loro politiche future un po' più animal friendly…se almeno per i modelli classici, i senza tempo come ormai sono le Blade o i Lance, ci fosse ANCHE la versione veg, sarebbe già un passo avanti 🙂

        1. Io ho chiesto a Cesare in persona, diversi mesi fa, e mi ha detto che per adesso è un servizio in esclusiva per le dive, quindi qui c'è solo una soluzione: diventare delle star!! 

  4. buff… non mi piacciono… soprattutto con questa tipologia di sandalo. Lo trovo più adatto a una decolletè… ma in generale, anche escludendo il tacco… non mi piace questo sandalo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.