Quali scarpe comprare per essere alla moda: speciale P/E 2016

Vi state chiedendo quali  scarpe comprare per essere alla moda nella primavera 2016? Le proposte sono tante e adatte a tutti i gusti, alcune mi lasciano un po’ perplessa ma c’è talmente tanta scelta che risparmiare sarà difficile!

Il primo dettaglio che ricorre ogni anno e viene misteriosamente accolto come se fosse una novità è la punta su décolleté e ballerine: le forme più allungate e femminili hanno preso il posto di toe box tondi dall’appeal romantico e infantile, però bisogna dire che è un trend che non ci ha mai lasciate; ogni tanto vengono sistemate le proporzioni ma in linea di massima una bella scarpa a punta ben fatta vale un piccolo investimento. A decorare décolleté e ballerine lacci sottili che incorniciano il piede e nastri colorati vistosi e divertenti, proprio come quelli scesi in passerella nella sfilata di Quattromani F/W 2016/2017.

Per mia fortuna potrò ancora sfoggiare i miei sandali lace up di Aldo Shoes acquistati diversi anni fa, perché anche questi modelli continuano ad essere di gran moda!

aldoshoes3

quali scarpe comprare per essere alla moda

(Tu Style)

Un altro ornamento che adoro perché mi fa pensare subito all’estate e alle vacanze è la pioggia di pon pon colorati che decora sandali ultrapiatti e modelli a tacco alto che abbiamo visto anche lo scorso anno: io li preferisco sui flat da abbinare a copri costumi e abiti leggerissimi e a tanti braccialetti colorati ma è questione di gusti, l’importante è giocare con i colori senza badare troppo alla perfezione degli abbinamenti! Accanto ai pon pon anche le nappine, sempre coloratissime e vistose.

sandali bassi pon pon

(Etsy)

jimmy choo 2016

(Jimmy Choo)

Quali scarpe comprare per essere alla moda: i modelli che non comprerò!

Come vi avevo annunciato dopo il Micam accanto ai colori accesi il bianco sarà protagonista assoluto su sneakers e sandali con block heels, abbinato ad inserti in pelle specchiata argento. Saranno ancora presenti le stampe animalier, soprattutto il pitonato, che vedremo su sandali con tacco a spillo ma anche su stivali di ispirazione texana: purtroppo sono tornati, prima o poi doveva succedere! E hanno riportato anche gli zoccoletti in legno e pelle, un altro orrore che avrei preferito dimenticare.

Un altro trend che non amo particolarmente è la ciabattona fashion, ossia il sandalone simil Birkenstock rivisitato in chiave deluxe; sì, in sostanza sono brutti uguale ma costano dieci volte tanto! E come se non bastasse vedremo ancora anche le ciabatte del nonno di lusso, vi ricordate gli orrori pelosi di Gucci di questo inverno? Grazie alle esperte della moda (ma che davvero!?) sono diventate iconiche e torneranno anche per la prossima stagione.

Tornando ad argomenti più felici per nostra fortuna per la primavera 2016 saranno tante le proposte con tacchi alti e femminili abbinati a sandali colorati e stampe geometriche divertenti: ce n’è davvero per tutti i gusti, quello che conta è scegliere seguendo il proprio gusto senza farsi influenzare troppo da trend improponibili che mortificherebbero anche la donna più sensuale del mondo.

trend scarpe 2016

(Ted Baker)

greymer 2016

(Greymer)

15 thoughts on “Quali scarpe comprare per essere alla moda: speciale P/E 2016

  1. Mi piacciono i modelli di Grey Mer e Jimmy Choo, bellissimo quello di Ted Baker. I pon pon non mi fanno impazzire, per cui passo, mentre sulle flat con i lacci in perfetto stile frate medievale ci metto una croce sopra.

  2. Non ho trovato molte proposte di mio gusto, le ballerine a punta e con i lacci a mio avviso non le indosserei neanche regalate, per il resto diciamo che mi aspetto un ritorno alla raffinatezza. Troppe borchie e troppi eccessi negli ultimi tempi. E’ anche vero che ognuno ha i propri gusti ma di certo impiegare tempo e risorse per fabbricare una scarpa orribile con pelo è solo fatica persa, meglio investirla in qualcosa di nuovo ma elegante e difficile da abbandonare dopo un mese di trend.

  3. Che belli i tuoi sandali di Aldo! Io ho un paio di scarpe lace up però con la punta chiusa e mi piaccio da morire, per fortuna sono ancora “IN”. Riguardo alle nappe ancora non riesco a vederle, non mi piace il piede pieno di fronzoli… Non so, poi magari cambierò idea da brava maniaca di scarpe! ahaha Ciao Sara!
    Peony Nanni

  4. Ovviamente mi sono subito innamorata delle deco di Ted Baker che hanno anche un delizioso mini fiocchetto sul retro del tallone, peccato però per il prezzo così alto! Sono contenta che potrò sfoggiare i miei sandali lace up appena acquistati, ma lo avrei fatto lo stesso anche se non fossero stati più IN, visto che seguo la “mia” moda! 🙂 Riguardo alle altre proposte: si alle nappine, no ai pon pon e assolutissimamente no ai texani, soprattutto se pitonati, e ai sandali simil Birkenstock, che lascio felicemente indossare a mamma!
    Per zoccoletti non sono sicura di aver capito quali modelli intendi, ad ogni modo ne ho due che non uso da un po’ ma che amo tantissimo, forse quest’estate torneranno ai miei piedi!

  5. Rispetto per tutti, sempre.
    Solo che ballerina a punta + lacci, secondo me, hanno diversi grandi meriti.

    1. Azzerare il livello di testosterone;
    2. Provocazione batte estetica 3:0;
    3. Congelamento istantaneo della libido;
    4. Una volta indossate, decadono immediatamente gli effetti di fidanzamento, convivenza, matrimonio, etc., con sentenza di addebito automatica e contestuale, per giusta causa (avverso la quale ogni ricorso è inammissibile);
    ed infine, per fortuna,
    5.entro tre ore dalla commissione del reato, si recupera la consapevolezza, ci si pente, si guarisce e si giura che mai più avverrà.

    Altri pregi … non datur.
    Con buona pace dell’indicizzazione di Google;-p

      1. Agli uomini non saprei, a me le ballerine piacerebbero pure (per paragone diciamo che, se ogni giorno si mangiasse caviale, dopo un mese, anche la pasta in bianco risulterebbe gradita).
        Ciò che trovo antiestetico è la punta accentuata ed i lacci, tutto insieme.
        La ballerina dovrebbe avere la propria ragione ontologica nella semplicità: in tal senso concordo con less is more.
        Del resto voglio affermare che, anche se tu volessi perseverare nei tuoi insani propositi, io ne sarei contento.
        Perché, anche nel male, bisogna trovare il bene: come repellente sono ideali per certi soggetti molesti.

        … come me :-p
        Epperò ti vorrò bene lo stesso, non potrei altrimenti

  6. Tu non sai la voglia che ho di un “bel” paio di scarpe!!
    Da un lato ne ho già fin troppe, dall’altro mi piacerebbe qualcosa di ultra sfizioso!
    Non ho ancora avuto il tempo di fare un bel giro di saldi, ma questo mese mi ci metto!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.