Piedi perfetti in sandali perfetti

Più di una persona mi ha chiesto di dispensare consigli sulla pedicure, e visto che ormai in quasi tutta Italia il tempo sta iniziando a migliorare ho pensato che sia arrivato il momento di dedicare un post all’argomento.

Vi darò qualche consiglio (per alcuni saranno banali, scusate in anticipo) da mettere in pratica a casa, ogni tanto mi regalo una pedicure professionale ma se dovessi chiamare l’estetista ogni volta che desidero cambiare lo smalto non potrei più comprare scarpe, e questo… non va bene! Ricordate sempre che un’estetista può essere più precisa di noi nella stesura dello smalto, e nella rimozione delle cuticole,  ma con un pò di pratica diventerete più brave di lei.

1) Pulite le unghie da ogni residuo o traccia di smalto. Anche se avete utilizzato una semplice base trasparente è necessario rimuoverla prima di proseguire; esistono solventi privi di acetone, come quelli Dior e Chanel, io resto fedelissima al classico prodotto da supermercato, perchè parto dal presupposto che si tratta di una sostanza che fa male comunque e visto che ne consumo tantissimo preferisco risparmiare.

2) Limate le unghie: recentemente ho ceduto ad una lima di vetro, sembra inquietante ma è un prodotto ottimo, che sistema le unghie velocemente, senza danneggiarle. L’ho pagata tre euro, la uso da mesi e sembra ancora nuova, ve la consiglio.

Non accorciate troppo le unghie, non indossando più le calze potete lasciarle più lunghe del solito di qualche millimetro, senza ridicole esagerazioni.

3) Ora scegliete pure una rivista da sfogliare  e immergete i vostri piedi nell’acqua tiepida, per 5-7 minuti. Per il pediluvio potete usare il vostro bagnoschiuma preferito, o appositi sali rilassanti, a voi la scelta (io decido sul momento), ciò che conta è che rilassiate i muscoli di gambe e piedi il più possibile, ecco a cosa serve la rivista!

4) Asciugate e coccolate un piede alla volta: dopo averlo avvolto in un asciugamano assicuratevi che sia ben asciutto. Con un bastoncino in legno d’arancio (esistono anche in acciaio, ma mi inquietano) spingete indietro le pellicine, e tagliate quelle in eccesso facendo attenzione a non esagerare: la pelle bianca è morta quindi tagliate pure, se è rosa…lasciatela! 🙂

In caso di piccole ferite disinfettate subito, va bene anche il profumo.

5) Ora bisogna pensare a talloni e pianta del piede: con una pietra pomice eliminate le zone secche e callose, la pelle si sbriciolerà quindi potrete sentire al tatto quando l’opera è conclusa. In molti sostengono che questo sistema inneschi un circolo vizioso, che vi trasformerà in schiave della pietra pomice. La mia risposta è “e quindi?!”: anche la ceretta rende schiave, questo non significa che dobbiamo andare in giro come Monique, o sbaglio?

6) Crema!! Potete utilizzare una crema speficifica per piedi secchi o un qualsiasi prodotto idratante, io ne ho tantissime e le cambio spesso! Se volete intensificare l’effetto abbondate con la crema, massaggiatela (o fatela massaggiare!) per qualche minuto e poi avvolgete i piedi in un asciugamano caldo (nel microonde, sul termosifone, etc): avrete dei piedi da fata! Se anche le gambe sono stanche applicate una crema rinfrescante apposita, il Lait Jambes Lourdes di Clarins  è nato per questo ed è straordinario.

7) Eliminate l’eccesso di crema dalle unghie e passate una base: sbiancante per unghie macchiate (ottima quella Kiko) o per unghie spesso coperte da smalti coloratissimi, lisciante per superfici striate, etc etc.

8) Scegliete lo smalto e applicatelo con fermezza, iniziando dalla parte centrale dell’unghia: ricordatevi che più uno smalto è pigmentato (colorato) più tempo ci vuole perchè si asciughi: in alcuni casi sono necessarie anche due ore (per avere un’asciugatura del 100%, chiaro), quindi se possibile dopo aver stesso il colore indossate un paio di infradito, così lo smalto si asciugherà naturalmente senza impedirvi di svolgere le vostre commissioni!

PS: se non avete sempre il tempo per un pediluvio potete sostituirlo con uno scrub da fare in casa. Mescolate parti uguali di miele e zucchero di canna, aggiungete una spruzzata di limone, e massaggiatelo su ogni piede per 10 minuti, insistendo sulla pianta: fenomanale, low cost e goloso! Sciacquate e passate pure la crema idratante.

Spero che il post vi sarà utile… have  a great sandals season!

30 thoughts on “Piedi perfetti in sandali perfetti

  1. Burp! quelle unghie lunghe in primo piano e i pelazzi di Monique mi hanno fatto risalire la pizza di stasera…
    Buona idea il mix di miele-limone-zucchero, lo provo subito…finora il miele l’ho usato solo per lo scrub al viso ed è ottimo! La pietra pomice la alterno a una specie di ‘raspa’ Dr. Scholl, in 2 minuti toglie tutti gli ispessimenti e lascia i piedi liscissimi 🙂

  2. Prrrrrrrrrr! e avvisa prima, che almeno uno tiene a portata di mano il plasil… :p
    No, la raspa a me non fa male…però ci vado piano, e poi ha due lati, uno è a grana fine, più delicato…se non si hanno dei calli spessi 5 cm, basta quello!

  3. Ha ragione manu…a che ti serve il latte clarins, con le caviglie che hai??? Messo pure questo nella wish list…la crema Jambes legères di Vagheggi che prendevo dall’estetista, e che era una bomba per sgonfiare, non si trova più 🙁
    P.s. ieri sera avevo scritto un commento nel post A spasso per voi, mentre davo invio è saltata la connessione e ora appare come in attesa di conferma perchè è finito in moderazione, anche quello che ho copincollato dopo…why? tu lo vedi o ho le traveggole?

  4. bei sandali. e bei piedini. no. non sono una feticista. ma mi sono perdutamente innamorata di quello smalto verde (è verde, vero?). che marca è?

    ps. io nell’acqua del pediluvio ci metto il sale grosso. non è profumato. pizzica un po’. ma è il prodotto naturale ed economico più emoliente che conosco!

  5. Liz sto in piedi tutto il giorno e non sto ferma un attimo, le gambe stanche le curo con quella crema anche se le caviglie le massaggio con quella che uso per i piedi di solito (quella Clarins è fredda e mi dà fastidio sulle caviglie, eheh)! Per il commento hai ragione, anche se da me non c’è moderazione!

    Twiggy grazie dei complimenti! Quel fantastico smalto è Layla, fa parte della linea ceramic effect ed è il numero 10!
    Il sale è un’ottima soluzione ma ha un grande difetto: non è profumato! E per me le coccole estetiche non possono essere prive di profumo!

  6. Sei una maestra del foot care!
    brava Shoe, concordo sopratutto sull’ultima tua affermazione: “low cost e goloso!” …
    ehhh Twiggy, per un paio di piedi così, abbelliti con quel genere di sandali e smalto…vale la pena diventare
    feticisti…… 😉

  7. A proposito di pedicure, mi servirebbe un consiglio da un’esperta: che smalto abbineresti con dei sandali (col tacco, of course) color “tan”? Grazie 🙂

  8. Cavoli allo scrub miele e zucchero di canna non avevo mai pensato!!!!!! Figata!!!!!! Mi sa mastasera me lo faccio fare da un mio goloso amico … chissà se piacerà anche a lui? Grazie Shoegal fonte inesauribile di ottimi suggerimenti 😉

  9. Eheh, furbacchione di un doctor, te piacerebbe essere internato insieme a stellamicia e SCRUBBARE tutto il giorno… :p
    No no, con lo scrub miele e zucchero siamo tutti d’accordo, non c’è niente da punire e tu nel laogai ci vai solo soletto, con la divisa di Mao e una valigia di cartone. Marsch! 😀

  10. Se ce ne fosse bisogno confermo che lo scrub con il miele è F A N T A S T I C O ! ! ! ! … sia nel durante che nel dopo … di sicuro il doc retifist mi avrà capita 😉 … o sbaglio?

  11. Stellamicia sei una cultrice della materia! non pensavo esistessero ragazze tanto preparate…
    mi hai fatto venire quasi voglia……………………
    scrubbing, rubbing, smelling, licking, sniffing…and so on
    stellamicia ci siamo capiti… ;-P
    Tu Liz hai scelto un bel modello, ma odio le iscrizioni sui cinturini e il tacco qui lo avrei preferito a spillo… giusto per dare loro un tocco più elegant fetish.

  12. Doctor non osare criticare sua maestà!! E’ un genio, quell’uomo è un genio, non c’è niente da fare!!
    Sono contenta che lo scrub sia piaciuto a tutti, non avevo dubbi, eheheh!!

    Rosy con il piede abbronzato smalto chiaro, bianco latte, lo metto sempre quando indosso i miei Proenza Schouler (quelli di SATC), che però sono molto scuri 🙂

  13. Anche i geni possono partorire idee per così dire non proprio “geniali” 😉 …io non critico l’uomo o il suo essere genio, critico casomai alcuni dettagli della sua opera…è lecito e politically correct, non credi Shoe?
    Tornando a noi, ai tuoi piedi perfetti in sandali perfetti…..toglimi una curiosità: ma come fai a tenere lontano il tuo uomo da simili tentazioni podali? ;-P
    Combinazioni del genere io le trovo irresistibili…ma forse sono condizionato puntualmente dalla mia deformazione feticistica per le vostre estremità femminili.
    Mi sono dimenticato di rispondere a Liz, che sbadato!
    forzato a scrubbare all day long i piedi con stellamicia…mhmm..non male come idea…ma senza offesa e nulla togliere ad alcuna di voi sono già prenotato a tempo pieno dalla mia diletta 😉

  14. Liz, brutta notizia? Dovresti essere contenta! 😉 ….sono io che devo farmene una ragione! Sai, gustare anche il nettare prelibato di altre estremità può essere stimolante per l’amante delle vostre bellezze podali. Ma l’Amore è Amore e ad esso non si comanda.

    Stellamicia: ….prova a chiedere, forse verrai esaudita, perchè c’è un adagio che dice: chiedere è metà ottenere….

    Shoe: la tua risposta maliziosa mi piace…. 😉 …sono felice per lui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.