No plateau day!

Eh sì, tutti i mali vengono combattuti con una giornata di proteste, e io oggi, così a sorpresa, voglio esprimere il mio dissenso per l’uso smodato che quasi tutti gli stilisti fanno del plateau.

Tutto è iniziato con la decisione di alzare i tacchi: ci sono donne che non sanno portare tacchi di 13 cm come se fossero ballerine, quindi ecco apparire un rialzino anteriore utile a semplificare l’impresa; ma da lì è stata una discesa verso l’orrore, con plateu sempre più alti, iperdecorati (ovviamente non ce l’ho con quelli tutti tempestati di cristalli firmati Caovilla, nè con quelli design di Nicholas Kirkwood), degni di un trampoliere. E a loro io dico basta!

Non se ne può più, qui il rischio è di sembrare ballerine di lap dance in fuga! Ecco un paio di esempi, giusto per far capire a tutti di cosa sto parlando.

Rihanna in Gucci:

John Galliano P/E 2010:

13 thoughts on “No plateau day!

  1. MAh, credo che il problema stia nell’eccesso, lo stivalone alla coscia fa molto pretty woman, il plateau fa spogliarellista…e le ballerine invece?
    IO non le sopporto!! meglio quelli zatteroni birchenstock!! ^__^

  2. Bleah, mi fanno schifo pure quelle ormai, ho raggiunto il limite, è che stanno davvero dappertutto, e nella maggior parte dei casi sono anche inutili, come per quelle Louboutin

    1. Mi sanno troppo di sciatto, le uniche che tollero sono le nuove onitsuka tiger in vernice tutte nere…anche se poi dipende da quello che devo fare, certo non mi rovino una giornata avventurosa in nomi dei tacchi alti e della moda!!

  3. a me il plateau non dispiace, ma dev’essere preferibilmente nascosto e assolutamente non esagerato! Così si rischia l’effetto battona/cubista -.-°

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.