Scarpe di lusso vs lowcost: Rupert Sanderson e Zara

Solo poche ore ci separano dall’inizio dei saldi, e come ogni evento che si rispetti la giornata di domani è stata preceduta da un accurato studio matto e disperatissimo di abiti e accessori che devo necessariamente portare a casa. La lista è scarna, ma parte del rito è un lungo giro di perlustrazione nel sito di Zara, che può sempre causare esplosioni di gioia inaspettate. O degli scatti di ira funesta, quando scopri che ancora prima dei saldi sono arrivati capi “new” che non andranno mai in sconto; tra questi c’è un sandalo nero realizzato in pelle, composto da un gioco di listini sottili e fibbiette argentate:

sandali zara listini neri

Il collegamento con il modello Tallyho di Ruper Sanderson è stato immediato: questo sandalo, amatissimo negli States nonostante sia piuttosto semplice, è stato recentemente indossato da Maria Sharapova sul red carpet, e la mia collega Ashley, blogger di Shoerazzi, ne ha tessuto le lodi in diversi articoli, dichiarando di esserne ormai dipendente.

Rupert Sanderson

In questo caso si tratta evidentemente di un sandalo “inspired” e non di un copia e incolla molesto, ma tra i due io preferisco il modello di Rupert Sanderson; non comprerei nessuno dei due, lo ammetto, ma la proposta di Zara è poco proporzionata: i listini che compongono la tomaia sono troppo arretrati, quindi non trattengono bene le dita, mentre il tacco appare poco sinuoso e soprattutto poco moderno. La fascia che percorre il lato esterno del piede è di troppo, nel sandalo originale è superflua ma non stona e nell’insieme sta anche bene, mentre sulla proposta di Zara non ha nessuna utilità decorativa. Peccato, perchè quello proposto dal colosso spagnolo sarebbe potuto davvero essere un bel sandalo in stile bondage-portabile, ma la poca cura dei dettagli lo ha reso anonimo e privo di fascino. Tra l’altro costa anche 69.95 Euro, mentre Tallyho, il sandalo di Rupert Sanderson già in saldo, può essere vostro alla modica cifra di £315! Ovviamente scherzo, buon weekend a tutti!

10 thoughts on “Scarpe di lusso vs lowcost: Rupert Sanderson e Zara

    1. Io le ho comprate in saldo a 29 euro e le adoro…tengono bene il piede e i listini non fanno male…poi hanno tanto successo quando le metto adesso… l’anno scorso gli italiani non erano pronti per questa scarpa. Adesso lo sono…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.