Le scarpe da sposa di Lady Diana, tra romanticismo e rinunce

Le immagini del suo abito candido e vaporoso hanno fatto il giro del mondo, ma in pochi conoscono la storia delle scarpe da sposa di Lady Diana. Eppure sono proprio loro a nascondere, dietro qualche rinuncia e tanto romanticismo, la speranza che quella che sembrava una favola perfetta durasse per sempre, rendendo tutti felici e contenti.

Purtroppo sappiamo com’è andata, niente favola, ma soprattutto niente lieto fine.

Però credo sia interessante analizzare da vicino le scarpe da sposa indossate da Lady Diana il 29 Giugno 1981, perché sono davvero un simbolo romantico a cui nessuno presta mai la giusta attenzione.

Pensa che ci sono voluti 6 mesi per arrivare al modello definitivo!

Guardando la foto rimarrai delusa, è per questo che voglio raccontartele meglio:

scarpe da sposa di lady diana

Queste “slippers” con mini tacchetto basso sono state create dal designer delle star Clive Shilton, che ha collaborato proprio con la sposa per ogni singolo dettaglio.

La differenza in altezza tra Carlo e Diana era minima, è per questo che Lady D ha deciso di rinunciare ai tacchi alti, optando per una scarpetta che sembra quasi una ballerina, ma non lo è. L’idea di apparire più alta del marito non le piaceva, e la sua è stata una scelta personale, non dettata da uno spirito sottomesso come amano ricordare i maligni; gli stessi che dimenticano un dettaglio non trascurabile, ossia che Diana è stata la prima Royal Bride ad omettere il termine “obey” dal suo giuramento.

Anche Kate Middleton ha seguito il suo esempio nel 2011, rompendo definitivamente con la tradizione, seguita poi da Meghan Markle e da Eugenia di York pochi anni dopo.

Nel caso in cui te lo stessi chiedendo la risposta è sì, la Regina Elisabetta ha giurato di obbedire al marito durante il suo matrimonio; non ci è dato sapere se poi l’abbia fatto davvero.

scarpe matrimonio lady diana

 

Tornando alle scarpe da sposa di Lady Diana, la tomaia del design definitivo è realizzata in satin di seta e decorata con 542 paillettes e e 132 perle. Ad impreziosire la scollatura un maxi cuore bianco bordato di pizzo, quasi troppo romantico per essere vero. Più anni ’80 di così non si può!

Ma non è tutto.

Diana ha richiesto che le suole, antiscivolo e dipinte perché in caso di caduta fossero quanto meno gradevoli da guardare, venissero personalizzate con le iniziali degli sposi, C D, intervallate da piccoli cuori. Puoi vederle dietro il tacco, nella prima immagine.

Mi si stringe il cuore pensando a quanta cura abbia messo in questi piccoli dettagli, e a come poi sia andata a finire!

Le scarpe, naturalmente Made in England, sono state esposte diverse volte al pubblico, in tempi recenti anche accanto a quelle di Kate Middleton.

Qualche anno fa, una copia “di scorta” molto simile all’originale è stata venduta all’asta a £40.000, segno che ancora oggi Diana è e resta un’icona di stile, amatissima e mai dimenticata.

Hai ancora voglia di Royals? Ecco qualche articolo dedicato allo stile reale durante i matrimoni:

Le scarpe di Kate Middleton per il Royal Wedding

Le scarpe di Meghan Markle per il Royal Wedding

Le scarpe da sposa della Regina Elisabetta

 

 

One thought on “Le scarpe da sposa di Lady Diana, tra romanticismo e rinunce

  1. Scarpe raffinatissime con molti dettagli particolari. Dispiace assistere ad un mercato collezionistico di questi oggetti appartenuti a personaggi famosi, dovrebbero conservarli nei musei statali anziché crearne un business per ricchi collezionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.