La violenza ha mille volti. Impara a riconoscerli.

E ad evitarli, mi permetto di aggiungere. Il post di oggi è totalmente diverso da quelli che pubblico qui di solito, ma ho pensato di approfittare del weekend lungo per lasciare spazio ad un tema importante, di cui si parla sempre troppo poco: la violenza sulle donne.

E’ di poche ore fa la notizia del ritrovamento del corpo di Vanessa, ennesima vittima di un uomo insicuro, fragile e violento, un nome che si aggiunge ad una lista già troppo lunga di nomi femminili, di persone, donne, uccise con violenza dagli uomini che avevano accanto, che credevano di conoscere. L’iniziativa “Riconosci la violenza” è una campagna preventiva volta a  sensibilizzare noi donne,  su questo tema, perché spesso anche accettare che chi abbiamo accanto è una persona violenta può essere difficile.

Le immagini che state per vedere sono state ideate da un gruppo di donne, tutte allieve dell’ Istituto Superiore di Fotografia e Comunicazione integrata, dalla delicatezza delle foto traspare la mano femminile, niente occhi neri e lividi in primo piano, ma una coppia, con il viso dell’uomo violento volutamente oscurata dalla scritta “LA VIOLENZA HA MILLE VOLTI. IMPARA A RICONOSCERLI” e la donna, bellissima e sorridente.

 

Alle spalle del progetto il lavoro di Anna Paola Concia, sempre in prima fila quando si tratta di prendere posizione contro la violenza, accompagnata dalla saggista Alessandra Bocchetti, dalla copywriter Eliana Forsali e dall’art director Maurizio Minerva. Un regalo fatto da un team quasi completamente femminile, dedicato a noi donne: ammiratelo, condividetelo e fatelo girare, affinché quella lunga lista di nomi smetta di crescere ogni giorno.

5 thoughts on “La violenza ha mille volti. Impara a riconoscerli.

  1. Come sai, su qusto tema, avevamo avuto una discussione, non riuscivo a credere che certi fatti di cronaca non suscitassero una
    reazione indignata e massiccia dell’opinione pubblica, ed in particolare di quella femminile.
    Ora l’ennesimo crimine brutale e sanguinoso ad opera di un uomo incapace di amare e schiavo delle sue insicurezze e dipendenze.
    Vorrei davvero non sentire piu’ notizie del genere!

  2. Amo una donna che per anni ha subito violenze.
    Quasi sempre verbali (ma negli ultimi anni erano diventate anche fisiche) spesso anche di fronte alla loro unica figlia.

    … E’ una lotta quotidiana, per cercare di aiutarla a superare tutte le paure ma soprattutto l’infinita insicurezza che la vicinanza di una persona con evidenti problemi, le ha trasmesso per 16 anni.

    Ma io la Amo e farò l’impossibile per renderla una vera Donna Felice!!!

    Complimenti Shoe, non finisci mai di stupirmi 😉

    Un bacio alla mia piccola Rosa…

    Edo

  3. E’ facile giustificare un comportamento violento in nome dell’Amore… che noi proviamo verso il partner, e non viceversa.

    Di conseguenza, è difficile denunciare la persona che si ama. O chiudere per sempre il rapporto che c’è tra voi.

    Nessuna sensibilizzazione impedirà a una donna innamorata, e con poco amor proprio, di subire violenze.

    Questa campagna la trovo molto sensibile, e apprezzo l’uso di foto con donne sorridenti e non “pestate”.
    E vorrei abbracciare ogni donna che subisce violenza, e denunciare ogni uomo che abusa di un potere che in realtà non ha.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.