La mia #Altaroma, giorno 2: New Designers @Coin Excelsior, 5+5 e sfilata Renato Balestra

Altaroma e Coin Excelsior|| Riguardo le foto scattate ieri durante il secondo giorno di Altaroma ormai da ore, mentre cerco di trovare le parole per raccontarvi tutto quello che ho visto, emozionata e felice di avere avuto la possibilità di partecipare. Per riuscire a descrivere la grande bellezza dell’Alta Moda vista attraverso gli abiti di Renato Balestra e l’assoluta purezza che hanno negli occhi i designer emergenti che ho scoperto durante l’evento 5+5 non basterebbe un intero vocabolario pieno di superlativi assoluti, ieri come mai prima d’ora l’arte della moda mi ha nutrita con una serie di mini portate una più gustosa dell’altra.

Ma ora mettetevi comodi, finalmente dopo questa meravigliosa indigestione di emozioni sono pronta a raccontarvi tutto; e vi chiedo di perdonarmi per questo post così diverso dal solito, ma io sono anche quella che si fa venire i brividi davanti ad un pass con scritto il proprio nome sopra alla scritta “blogger”. Piccola premessa: ho volutamente scelto di pubblicare solo foto scattate da me non per un’inconsueta ondata di presunzione ma perché attraverso l’imperfezione delle mie immagini potrete rivivere con me questa incredibile giornata.

La mia giornata è iniziata da Coin Excelsior, ormai sono un’affezionata sostenitrice dell’evento New Designers, dedicato ad un ristretto gruppo di talenti in ascesa. Questa edizione ha avuto le borse come protagoniste, è curioso vedere come lo stesso oggetto possa essere declinato in una quantità di forme e modelli pari all’infinito. Elena Ghisellini ha una visione contemporanea e molto glamour, le sue borse non nascono per completare un look, ma per raccontare le emozioni e la personalità di chi le indossa. Nella collezione A/I 2015/2016 gli inserti in pelliccia si accompagnano a borse dal design moderno e rigoroso; io adoro la sua iconica pochette “felina”, la nuova versione biker con zip decorative è favolosa.

coin excelsior

borsa felina elena ghisellini

Sara Battaglia è invece rimasta fedele al look boho chic delle frange, decorazione iconica del suo brand; l’allure e la grazia della femminilità vengono enfatizzate dai suoi design dal gusto vintage. Il secchiello in pelle marrone mi ha rapito il cuore, la qualità dei pellami mi ha lasciata senza parole.

sara battaglia altaroma

borsa secchiello frange

Giancarlo Petriglia è lusso allo stato puro: le sue creazioni, dalle forme strutturate e rigorose, sono un tripudio di pellami particolari e colori accesi. Più morbide e contemporanee le proposte di Zanchetti, brand che mi ha conquistata per l’eleganza raffinata e senza tempo del suo design.

giancarlo petriglia altaroma

zanchetti borse altaroma

Lo stile di Federica Berardelli è invece sperimentale al punto giusto, le sue borse in pelle sono arricchite con dettagli in bronzo davvero unici; concludo con Paula Cadermartori, che oltre alle sue deliziose borse ha presentato anche la sua prima collezione di scarpe presso Coin Excelsior. Si tratta di sandali lace up con lacci che risalgono la caviglia, Lotus, declinati in una versione nude con inserti colorati e in una seconda opzione in pelle nera con dettagli in suede; il tacco alto ma grosso li rende sensuali ma portabili, oltre che il perfetto complemento per le borse del brand, strutturate e di design.

federica berardelli altaroma

sandali paula cademartori

sandali lace up

sandali con lacci

dettaglio sandalo cademartori

Questa passeggiata alla scoperta di talenti e ispirazione sarebbe stata sufficiente per riempire il mio debole cuore di emozioni, ma nel pomeriggio mi sono gustata un altro evento importante, 5+5, fortemente voluto da Altaroma e Vogue Talents: cinque designer celebri hanno scelto di sostenere cinque emergenti, per aiutarli a trovare il loro posto nel mondo. Tra i designer sponsor due dei miei grandi amori del momento, Nicholas Kirkwood e Paul Andrew: il primo supporta Les Petite Joueurs , brand italianissimo di borse pop e divertenti, mentre il secondo sta seguendo il percorso di Fernando Jorge, creatore di gioielli brasiliano che ha dedicato le sue opere proprio alla sua meravigliosa terra. Ovviamente ho colto l’occasione di toccare con mano anche le creazioni dei due grandi shoe designers, e ho scattato qualche foto per voi:

les petite joueurs

maria sole cecchi

fernando jorge altaroma

fernando jorge altaroma

nicholas kirkwood altaroma

kirkwood strappy heels

paul andrew altaroma

paul andrew altaroma

A questo punto il mio debole cuore era pronto ad arrendersi davanti a tanta bellezza, ma un ultimo evento lo ha messo a dura, durissima prova: la presentazione della collezione A/I 2015/2016 di Renato Balestra. Immaginate uno spazio romantico e chic nel cuore di Roma, delle sedie bianche e una sfilata di Alta Moda che ti ruba il cuore tra un soffio di tulle e una cascata di strass. La collezione creata da Renato Balestra per il prossimo inverno ha come protagonista il grigio in tutta la sua “serie impressionante di sfumature”, come scrisse Giorgio Faletti: dal grigio perla all’argento scintillante, questo colore così versatile ed elegante veste la donna di un’aura di sensualità mai volgare né scontata. La cura per i dettagli e la scelta di tessuti impalpabili e preziosi si fonde alla tradizione sartoriale italiana in una collezione che mi ha lasciata senza fiato: ho avuto i brividi davanti all’abito gioiello ispirato alle vetrate dell’Art Nouveau, e mi sono emozionata guardando sfilare le modelle una dopo l’altra, fasciate di inserti trasparenti e dettagli luminosi.

renato balestra altaroma 2015

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

altaroma sfilata renato balestra inverno 2016

renato balestra sposa 2016

Ho realizzato un brevissimo video della chiusura della sfilata, la qualità non è esattamente la migliore ma è stato l’unico modo possibile per portarvi con me durante questa meravigliosa esperienza.

6 thoughts on “La mia #Altaroma, giorno 2: New Designers @Coin Excelsior, 5+5 e sfilata Renato Balestra

  1. Gli abiti di Renato Balestra tolgono il fiato, tutti! Sono meravigliosi, alcuni strepitosi, sono ufficialmente innamorata del primo, dell’ultimo e del terzultimo. Il video che li mostra tutti insieme, poi, è il colpo di grazia, grazie per averlo condiviso!
    Riguardo Altaroma, grande Kirkwood come sempre!

  2. Okay, io ho seguito praticamente la “diretta” tramite Instagram e Facebook ed ero passata dal blog proprio per dirti di smetterla di farci invidia, ma con queste foto adesso l’odio è totale!!!!!;)

    A parte gli scherzi, c’erano veramente scarpe bellissime!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.