Il mistero dei sandali di Samantha

Giorni fa, prima della mia sparizione dal web dovuta ai ripetuti festeggiamenti per il mio compleanno, Chica Pink mi aveva chiesto tramite un commento di chi fossero i sandali che Samantha indossa in una delle scene finali del secondo film dedicato a “Sex And The City”. Si tratta di un paio di sandali in vernice nera con dettagli fucsia, appariscenti e decisi, proprio come la bionda Samantha:

I sandali appartengono alla collezione P/E 2010 di Giuseppe Zanotti e sono in vendita anche nello store online del sito; costano 495,00 Euro. Kim Cattrall (s)vestendo i panni di Samantha anche nel primo film aveva calzato un paio di sandali Zanotti molto particolari, questi:

Quale modello preferite?

12 thoughts on “Il mistero dei sandali di Samantha

  1. Sono d’accordo con manu, ma si deve sottolineare che coloro che hanno piedi bellissimi…è il caso di Shoe? ;-P
    …possono fare una discreta figura anche col primo modello.
    La fasciatura alla caviglia è un pò sado e se non fosse per il giochetto della fibbia fuxia, che rompe ed ironizza sulla classicità del sandalo, si direbbe una calzatura abbastanza anonima. I secondi restano più ricercati ed eleganti.

  2. Grazie!!!!!!!
    a me piacciono i primi, naturalmente, magari ne trovassi un paio simili. Ora si trovano un sacco di mega plateau e modelli strani, e mai un paio di semplici sandali neri come questi!

  3. Chica come ti capisco! Se vedo qualcosa ti faccio sapere!!
    Doctor un sandalo a fascia dona quasi a qualsiasi piede perchè nasconde molto, i listini invece fregano un sacco di donne (oggi ho aiutato un’amica a vendere scarpe, si vede? Ahah)!

  4. D’accordo sul fatto che le fregature sono quasi sempre dietro l’angolo. Oggi anche il mercato delle calzature può giocare brutte sorprese…compresa anche la puzza di colla cui faceva riferimento un’altra tua fan.
    Qui il problema si dovrebbe porre nella ricerca difficile di in un sano e bilanciato equilibrio (leggi compromesso) tra qualità e prezzo. Compromesso duro da trovare con il costo della manodopera sempre più alto e tutti i vari passaggi che mirano a fare schizzare il prezzo ancora più in alto…certo, con la produzione cinese abbassi il prezzo, ma la qualità dove stà????
    Un altro problema è quello toccato da chicapink, la difficoltà a trovare a volte calzature sobrie, fuori dalle sperimentazioni eclettiche di certi modelli…ma la moda cerca proprio queste stravaganze, senza le quali il mercato sarebbe fermo o piatto.
    Avete il mercato ai vostri piedi , basta entrare in un negozio di calzature per rendersene conto, ma talvolta le cose si ribaltano e siete costrette a comprare quello che il mercato offre…se non volete girare scalze! 😉

  5. Ma no, il mercato è così ampio che non siamo costrette a comprare niente!! Se una scarpa costa 10 Euro ci sono ottime possibilità che sia stata creata in Cina, basta conoscere quei 3-4 marchi italiani che danno il loro nome, appunto, italiano, per sapere cosa comprare e cosa evitare.

    PS: io parlavo di modelli, non di qualità della scarpa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.