Comprare scarpe usate nei negozi vintage e nei mercatini: consigli!

Comprare scarpe usate e abiti di seconda mano nei negozi vintage e nei mercatini sta diventando sempre più cool, anche grazie all’avvento della moda sostenibile e di tutto ciò che riguarda questo mondo in cui lo shopping è visto in modo un po’ diverso da quello a cui siamo abituate, anche a causa del sistema del fast fashion.

Fast fashion, moda veloce, possibile attraverso una produzione enorme di capi di abbigliamento, spesso realizzati con materiali scadenti, in fabbriche dove la salute dei lavoratori e la loro dignità non vengono rispettate: ne se parla sempre più spesso, e nonostante non sia facile smettere di acquistare da queste grandi catene, è molto più semplice aprirci a delle nuove possibilità, tra cui lo shopping di seconda mano.

Ma se acquistare vestiti e borse usate è facile e divertente, quando si tratta di calzature il discorso è un po’ più articolato, e bisogna prestare attenzione ad alcuni fattori.

Prima di spiegarti quali sono, vorrei farti riflettere sull’importanza di vendere o donare le scarpe che non indossi più: rimetterle in circolo il più possibile è l’unica scelta sostenibile che possiamo fare in questo momento, perché le calzature sono tra gli articoli più difficili da riciclare completamente. E’ quindi un nostro dovere far sì che vengano usate fino alla fine, prima di essere cestinate.

Alla fine di questo articolo trovi qualche dritta che ti sarà utile se hai alcune scarpe da eliminare e non sai come fare, ora vediamo invece come comprare scarpe usate in modo corretto.

comprare scarpe usate

Comprare scarpe usate: 3 consigli

  • Frena l’entusiasmo! Lo so, da me non ti aspettavi un invito alla razionalità, ma è una regola che ho imposto anche a me stessa, perché la delusione è sempre dietro l’angolo, e non sempre siamo in grado di rinunciare ad un paio di scarpe, soprattutto se le abbiamo già immaginate ai nostri piedi, abbinate a mille outfit diversi. Quando si compra nei negozi dell’usato però non si può prevedere cosa comprare, e soprattutto non c’è disponibilità di taglie: quindi se a distanza noti una scarpa stupenda, avvicinati con calma, accertati che sia del tuo numero, e provala. Prova sia la destra che la sinistra, se senti nella soletta interna la forma di un piede che non corrisponde alla tua, mettile a posto e passa oltre. Indossare delle  scarpe che hanno preso la forma di chi le indossava prima di te non è sano per i tuoi piedi e per la tua postura. E’ terribile, lo so, ma la salute viene prima di tutto.
  • Controlla le scarpe. Se finora è andato tutto bene, continua a frenare l’entusiasmo, ed esamina come si deve le scarpe. Se hanno il tacco poggiale su un piano liscio e accertati che siano stabili, che le decorazioni siano le stesse su entrambe le calzature, e controlla lo stato di usura di tomaia e suola. A volte basta una rinfrescata dal calzolaio, in altri casi il lavoro di restauro verrebbe a costare più delle scarpe stesse, quindi non è detto che si tratti di un acquisto intelligente.
  • Occhio ai fake! Purtroppo il mercato delle scarpe tarocche, imitazioni illegali di quelle firmate, è sempre in crescita, e non è facile capire cosa stiamo acquistando. Se ami la moda di seconda mano di lusso, affidati solo a negozi seri, con commessi in grado di spiegarti i criteri di selezione dei vari capi in vendita. E se puoi, studia i modelli originali per conto tuo, provandoli nelle boutique, analizzandoli online, chiedendo alle amiche di aiutarti: più ne sai, più puoi fidarti di te stessa, che è sempre la soluzione migliore.

 

Hai finalmente acquistato? Dare una pulita generale anche alle solette interne delle scarpe prima di indossarle è sempre una buona idea!

Ora sì che puoi entusiasmarti, e goderti il tuo prezioso ed inaspettato tesoro!

 

Leggi anche:

Come comprare scarpe usate online evitando fake e fregature

Come riciclare le scarpe da buttare

 

One thought on “Comprare scarpe usate nei negozi vintage e nei mercatini: consigli!

  1. Essendo una taglia forte sono in gran parte esclusa dalla possibilità di acquistare nelle catene del fast fashion. L’acquisto vintage mi dà la possibilità di indossare capi originali, di distinguermi per uno stile personale e di trovare cose di una qualità che oggi è difficile da trovare a prezzi accessibili (tipo la pura lana vergine). Inoltre fino agli anni 80/prima metà dei 90 le taglie avevano una vestibilità differente (secondo le taglie di oggi porto la 50, ma entro in qualche 46 anni 80…come è possibile?)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.