Vita da Blogger

Sono una blogger da una quantità di anni quasi imbarazzante da ammettere, nel tempo ho imparato diverse cose su questo mondo e su quella che in molti oggi (non ieri, oggi) definiscono la “nostra forza”: quella capacità di diffondere e commentare le ultime news con giudizi personali che solo un “non giornalista” può sfruttare al 100%. Il successo dei primi blog è dipeso anche da queste selezione dei materiali, all’inizio vi garantisco che non esistevano uffici stampa interessati a noi per pubblicizzare prodotti cosmetici, o negozi virtuali, già parlare di “scambio di link” faceva storcere il naso ai più precisi, come me. Ma non è di questo che voglio parlare oggi, ognuno è libero di “pubblicizzare” chi vuole, io personalmente preferisco selezionare le eventuali collaborazioni, non è un paio di scarpe in regalo a farmi cambiare idea sull’inadeguatezza di un modello, ma non giudico a priori chi di questi scambi ha fatto un business; il mio problema, se così possiamo chiamarlo, è il copia-incolla massiccio a cui stiamo assistendo da ormai qualche mese. Se da una parte è vero che le notizie ghiotte, in tema di scarpe (il tema dei miei blog, da sempre o quasi) non sono tantissime, è altrettanto vero che un sito che basa i suoi post sulle notizie ricevute dagli uffici stampa difficilmente può essere carente di nuovi spunti, quindi perché copiare articoli e notizie flash lette in un blog come questo?!

Può capitare che la stessa notizia colpisca le appassionate di scarpe, se Renè Caovilla disegna un sandalo per festeggiare San Valentino è scontato che la foto faccia il giro di tutti i blog dedicati alle calzature, già è meno scontato che articoli soggettivi creati dal niente dal blogger vengano letti altrove: se io oggi, sfogliando una rivista, vedo una foto di una celebrity su un red carpet, mi cerco la foto sul web, intercetto notizie su abito e scarpe e poi pubblico un post è perchè quella notizia mi ha colpito in qualche modo, è possibile che un’altra ragazza abbia fatto lo stesso identico percorso, descritto con le stesse foto e parole paurosamente simili?

Non pretendo di passare per la santa protettrice dei blogger, anche a me è capitato più volte di “usare”, passatemi il termine, post letti in altri blog, da quelli di amiche come Momo o TheShoeGirl, a quelli più professionali come OhMyShoes o Shoewawa, ma ho avuto il buon senso di citare la fonte, per correttezza tra “colleghe”; qualcuno mi ha spiegato che in realtà più che copiare si tratta di ripubblicare un post simile all’originale, per un semplice motivo di tag: parlare di quella star, o di quel designer frutta visite al blog, quindi riscrivendo un articolo simile il secondo sito ottiene la stessa visibilità del primo nei motori di ricerca, cosa che in alcuni casi porta anche un piccolo guadagno economico. A me sembra paradossale, oltre che vagamente patetico, anche se devo ammettere che si tratta di un’analisi valida; il bello di essere blogger per me era, ed è ancora, il fattore “ricerca”: andare a cercare una scarpa originale da condividere, cercare le foto, le informazioni sui materiali, sullo stilista se è un talento emergente, è un percorso divertente, si impara sempre qualcosa di buono, perchè sminuirlo con un semplice copia e incolla?

Non ho scritto questo post per lamentarmi, (l’ho già fatto su Twitter giorni fa), ma perché la storia si sta ripetendo, e vorrei sapere cosa ne pensate voi, magari sono io che esagero, o forse dovrei intervenire contattando la redazione del sito in questione… che ne pensate?

 

Buon weekend a tutti!

13 thoughts on “Vita da Blogger

  1. Se ti han copiato qualche post, fossi in te contatterei la redazione del sito e mi lamenterei.. avrei addosso un nervoso pazzesco! come hai detto tu, il ”fattore ricerca” è ciò che oltretutto distingue un blogger da un altro, ognuno ha un proprio stile!

    Ora però son curiosa, chi è il malfattore???

  2. Il plagio è plagio, quando si tratta di copiaincollare senza citare la fonte, e se chi copia è pure pagato per scrivere, allora è anche più grave, perché si fa pagare per un ‘lavoro’ che invece hai svolto tu. Contatta la redazione e lamentati.

  3. Io fossi in te contatterei la redazione del sito in questione. Su internet esistono delle regole “non scritte” e una tra queste è sicuramente certo far girare le informazioni, ma citare sempre la fonte! Può essere che una volta scappi per una foto o un link, ma il copia-incolla sistematico secondo me non rientra nelle sviste.

  4. inizia mettendo un avviso sul blog che dice che i contenuti pubblicati sono protetti da copyright e che la riproduzione è vietata.
    ciao

  5. ovviamente scrivi alla redazione del sito. Gli dici che se volgiono utilizzare i contenuti del tuo blog devono citare e linkare la fonte. se questo non accadrà sentiti libera di denunciare il tutto su queste pagine indicando l’indirizzo del sito che scopiazza.
    ciao

  6. Ehm, non credo che riuscirei a collaborare con un sito che lavora così… 🙂
    ah, comunque si sono di nuovo “ispirate” ad un mio post, sono soddisfazioni ahaha

  7. Pingback: L’imitazione è la forma più grande di ammirazione: ma davvero!? « Shoeplay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.