Scarpe del 2020: i due modelli più amati e copiati dell’anno

Sicuramente del 2020 non ricorderemo le calzature più viste sui social, vendute nonostante la pandemia, lo smartworking, il loungewear e la crisi, ma dato che la mia selezione delle scarpe dell’anno è ormai una tradizione consolidata da queste parti, non posso e non voglio esimermi.

In un anno in cui sarebbe stato facile scommettere su scarpe comode, pantofole e sobrietà, la moda ha confermato ancora una volta il suo ruolo di mood elevator, e l’accessorio è stato consacrato come oggetto del desiderio portatore di gioia e di speranza.

Poco importa se abbiamo indossato poco le nostre amate, quando lo abbiamo fatto abbiamo assaporato ogni bagliore, ogni passo è stato intenzionale e vissuto al massimo; ed è stato un po’ come la prima volta che abbiamo calzato le scarpe con i tacchi, ci siamo sentite vagamente incerte, poi subito più consapevoli della nostra femminilità.

Non deve quindi stupire che le scarpe del 2020 sono due modelli a tacco alto, con punta sfilata, sensuali al punto giusto: le slingback Begum di Amina Muaddi, e le lace up con scollatura a V Venus di The Attico.

Ma una menzione d’onore spetta anche alle tanto discusse sneakers Lidl: il loro successo verrà studiato per anni dai futuri esperti di marketing, e ha dimostrato che a volte il concetto di scarsità può applicarsi con ottimi risultati anche al mondo low cost, mondo in cui di solito ai prezzi bassi corrisponde una produzione immensa di beni.

Scarpe del 2020: Amina Muaddi Begum

Le slingback Begum sono state declinate in tantissime varianti, dalla pelle metallizzata al raso colorato, passando anche per il sempreverde PVC.

Ciò che rende questo modello speciale è il tacco, attuale firma stilistica di Amina Muaddi: la sua forma geometrica ha conquistato influencer e star in tutto il mondo, che nell’arco di pochi mesi hanno aiutato il brand a rendere le scarpe iconiche e necessarie.

Sì, necessarie anche in un momento in cui il supermercato sembrava essere l’unico posto in cui incrociare lo sguardo di uno sconosciuto che non fosse confinato dietro ad uno schermo.

Un altro punto di forza del modello Begum è la broche multi sfaccettata che decora la scollatura, un dettaglio presente da sempre nelle collezioni di diversi brand di lusso come Manolo Blahnik e Stuart Weitzman, destinato però a farsi tendenza proprio in questo periodo tanto difficile, in cui tutto ciò che rende la vita luminosa e frivola è relegato alla dicitura “non essenziale”.

Ma essenziale lo è, per l’umore!

Durante i primi mesi di pandemia le necessità dei consumatori sono cambiate, e siamo diventati tutti più attenti a spendere per qualcosa di duraturo e davvero utile; è bellissimo notare che in un anno così buio, dei tacchi con decorazione gioiello sono ancora considerati necessari.

Perché lo sono, e presto torneranno a splendere anche là fuori!

Scarpe del 2020: The Attico Venus

Sono più sobrie ma decisamente più sexy le decollete Venus di The Attico, e con quel nome non poteva essere altrimenti: declinate in tantissimi varianti cromatiche accese e vibranti, rappresentano il sogno erotico delle shoe lovers di tutto il mondo, me compresa.

the attico venus

Purtroppo rappresentano anche il cavallo vincente da sfruttare per tanti brand low cost, che oltre ad averne copiato (quasi) ogni dettaglio, hanno anche fatto un lavoro certosino di indicizzazione sui motori di ricerca, usando il nome del brand creatore come chiave di ricerca per piazzare i loro modelli subito sotto quelli di The Attico.

Dall’esterno sembra scorretto, ma è il grande gioco della moda, il gioco in cui chi arriva primo non può mai godersi il successo, perché il primato va mantenuto e coltivato. Ed è esattamente quello che sta facendo The Attico, continuando a creare abbigliamento e accessori ispirati agli anni ’90, ma più leggeri e facili da abbinare anche nel quotidiano.

Le decollete lace up Venus si avvolgono intorno alla caviglia, e hanno un dettaglio che in pochi notano, ma che fa tutta la differenza: il sottotacco di colore bianco, a contrasto con la tomaia in tessuto lievemente lucido.

scarpe the attico

Sono sexy, divertenti, e si abbinano anche al tanto amato loungewear, oltre che ad outfit più strutturati. E anche loro, come le Begum, presto illumineranno di colori le nostre strade.

 

L’ho scritto all’inizio, del 2020 non ricorderemo le scarpe, ma spero sarà possibile tenere a mente che un po’ di luce nel buio è stata avvistata anche in questi mesi.

Ed è confortante sapere che la scintilla nel mondo footwear è stata accesa da due brand italiani, giovani e fondati da donne piene di talento, Amina Muaddi e le due anime di The Attico, Gilda Ambrosio e Giorgia Tordini.

7 thoughts on “Scarpe del 2020: i due modelli più amati e copiati dell’anno

  1. Dico solo che quest’anno avevo fatto una follia regalandomi un paio di meravigliose scarpe Caovilla mai messe. Per noi #shoesaddicted l momento di sfoggiare le nostre preziose amiche é solo rimandato….

  2. Sara, tra le due preferisco le Venus ma non per l’idea di sexy, è solo per il tacco dalla forma più tradizionale. Comunque devo dire che le Begum rappresentano un esercizio stilistico molto interessante, un tacco così particolare non si vede tutti i giorni! Posso dire che nel 2020, pur non avendo pensato a questi citati modelli, la slingback è diventata la mia scarpa preferita! Al secondo posto le décolleté classiche, al terzo le ballerine e infine i sandali con tacco o zeppa.

  3. Le Venus sono super sexy ma anche raffinate, stile semplice senza troppi fronzoli. Il viola dell’ultima foto é il meglio! Alla prossima stagione primavera-estate spero di rivederle indossate sui piedi più belli 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.