Scarpe da palestra: quando è ora di cambiarle e come igienizzarle

Le scarpe da palestra non sono il pezzo forte della mia scarpiera, questo è certo; ma è altrettanto vero che hanno un ruolo fondamentale nella mia vita, perché mi sostengono (è proprio il caso di dirlo) durante gli allenamenti che ormai sono diventati parte integrante della mia morning routine.

Ed è proprio per il ruolo che hanno che bisogna ricordarsi di tenerle sotto controllo, e cambiarle quando è il caso.

Ma come capire quando non sono più buone? I fattori che indicano un’eccessiva usura delle scarpe da palestra sono diversi, alcuni saltano all’occhio ma altri sono nascosti, e sono quelli più importanti da conoscere.

scarpe da palestra

Scarpe da palestra: come capire quando non sono più adatte allo sport

Inutile dire che se le scarpe sono bucate o la suola perde pezzi ad ogni jumping jack, è abbastanza ovvio che devi sostituirle immediatamente, ma questo non basta.

Controlla bene le suole, soprattutto se usi le sneakers anche per correre, e accertati che non siano lisce: se hanno perso la forma originaria è ora di buttarle via e passare ad un modello nuovo, capace di sostenere i piedi e la colonna vertebrale durante il workout.

Un altro elemento da tenere presente nella zona delle suole, è la durezza dei cuscinetti, se presenti: questi inserti anti shock si usurano con l’utilizzo, ma hanno un ruolo fondamentale perché ammortizzano gli urti, quindi se li senti molli e allentati cambia subito le scarpe.

In linea di massima, se ti alleni in palestra, puoi usare le stesse scarpe per un paio d’anni, ma il tempo si dimezza se le indossi anche per correre, dato che il running le consuma in alcuni punti.

La tua postura e la posizione del tuo piede nelle scarpe sono altri elementi che possono rovinarle in tempi più rapidi; se noti che alcune zone (tallone, lato esterno della suola, etc) sono particolarmente usurati, non perdere tempo e compra un paio di scarpe nuove, valutando magari anche l’utilizzo di un plantare correttivo da valutare con il tuo medico.

Ed è il caso di acquistare delle sneakers nuove anche se quelle che utilizzi iniziano a farti male, perché significa che anche se tu non lo vedi, si sono sformate e quindi non garantiscono più il comfort di prima: vai a fare shopping e non pensarci più!

 

Scarpe da palestra: come mantenerle pulite

Lavare in lavatrice le scarpe da ginnastica rischia di rovinare prima del tempo la consistenza dei cuscinetti anti shock e della suola, quindi l’ideale è ridurre i lavaggi; ma ovviamente dato che ci sudiamo dentro è importante igienizzarle ogni tanto!

L’ideale sarebbe lasciarle per un paio d’ore all’aria dopo ogni allenamento, per farle asciugare in ogni punto, soprattutto all’interno; per rinfrescarle puoi anche usare il bicarbonato, lasciandolo in posa nelle scarpe per una notte.

Da qualche mese io ho inserito anche nelle scarpe da palestra le solette Aurumtaerapi, sono in cuoio quindi oltre a garantire un effetto benessere alle gambe aiutano anche a tenere lontani i batteri!

Scarpe da palestra: dove comprarle a prezzi bassi

Da diversi anni compro le sneakers solo da Pittarosso, perché i negozi in tutta Italia hanno tantissimi modelli di brand come Nike e Adidas a prezzi bassi; mi piace acquistarle provandone diverse, camminando un po’ perché so che la scarpa sbagliata renderebbe ogni allenamento un incubo, e finora mi sono sempre trovata molto bene con tutte quelle che ho provato.

Per adesso io non devo cambiarle, ma se tu preferisci prenderle online qui trovi una selezione molto ampia di scarpe per ogni fascia prezzo!

One thought on “Scarpe da palestra: quando è ora di cambiarle e come igienizzarle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.