No alla violenza sulle donne

Ho saputo pochi minuti fa dell’iniziativa che diverse blogger italiane hanno organizzato per dare attenzione ad un tema caldo e per me importantissimo: la violenza sulle donne, un reato vergognoso che sempre più spesso è protagonista nelle pagine della cronaca.

Queste 18 ragazze, vestite di bianco, hanno posato per delle foto che potete vedere qui, per dare sostegno alla causa promossa  dal Ministero delle Pari Opportunità. Purtroppo sono in estremo ritardo per partecipare, e non ho davvero tempo per scattare un’immagine intensa come quelle delle mie colleghe, ma voglio comunque dare il mio contributo qui, dove sono certa che verrà letto da tante ragazze… e ragazzi.

Per motivi piuttosto scontati  ho dovuto fotografare l’unica parte di me che posso pubblicare senza problemi, ma naturalmente mi sono adeguata all’iniziativa, vestendola di bianco.

Italian Bloggers uniti contro la violenza sulle donne
Italian Bloggers uniti contro la violenza sulle donne

 

Stasera e domani, fate come noi: indossate un capo bianco, fate sentire le vostre voci, anche per quelle donne che non possono più farlo.

6 thoughts on “No alla violenza sulle donne

  1. le donen non si toccano!!! siamo in una società che per certi versi ritengo quasi allo sbando… e vedere ogni 2*3 Tg che parlano di ragazzine violentate dal branco di amici… o donne violentate per strada… donne che subiscono violenze sia in casa che sul posto di lavoro mi fa molto pensare in che mondo andremo… forse lo so è un modo di ragionare vecchio… ma secondo me OGNI DONNA…. E TUTTE LE PERSONE…. VANNO RISPETTATISSIME!!!

    grande shoe

  2. Lodevole iniziativa,
    ma credo bisogna creare un cordone solidale e di reale aiuto fisico e morale attorno alle donne vittime di violenze di qualunque tipo, non farle assolutamente sentire abbandonate e sole.
    Basta dire che oltre il 90% delle violenze avvengono tra le mura domestiche per mano di maschi italiani e non dei “soliti” extracomunitari.
    Si dovrebbe fare di più per garantire queste donne, assicurare che dopo la denuncia siano protette adeguatamente e che inoltre allontanate dal vilento di turno non venga a mancare loro ed ai propri figli anche il giusto sostegno finanziario, perchè spesso si fanno massacrare nel timore che venga a mancare la fonte di sostentamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.