Giuseppe Zanotti e il binomio cromatico dell’inverno

Questo sarà l’anno del tanto discusso binomio “blu e nero”, ve ne siete accorti? L’accostamento cromatico più controverso della storia ha preso piede soprattutto sugli accessori, da Zara a Louboutin, tutti i brand più amati hanno proposto una loro versione delle decolletè cap toe tanto care a Coco Chanel, ma oggi voglio mostrarvi una valida alternativa firmata Giuseppe Zanotti:

Sembra che i grandi stilisti non possano più fare a meno della pelle di pitone, ma non è il caso di Zanotti: con grande gioia vi informo che le scarpe sono stampate, non sono in vera pelle di serpente! La forma di queste decolletè è piuttosto classica, la punta non è eccessiva, il tacco a stiletto ha un’altezza più dolce dei modelli a cui ormai siamo abituate, sembra che tutto sia stato dosato alla perfezione per risaltare le pennellate di blu che accendono la tomaia e il tallone; sarebbero perfette con un outfit total black illuminato da un dettaglio blu, che sia un gioiello o un accessorio poco importa! Se non volete limitarvi a sognarle le trovate in vendita nel sito Giuseppe Zanotti.

9 thoughts on “Giuseppe Zanotti e il binomio cromatico dell’inverno

  1. Certo che per essere pelle stampata effetto pitone costicchiano: 415 euro mi sembrano troppe per una finta pelle di serpente. Comunque complimenti alla maison, visto che riescono a imitare alla perfezione la pelle di pitone: le scaglie sono in rielievo! °_°
    Venendo al colore e alla forma: il binomio nero-blu acceso l’ho sempre adorato, non capisco perché dovrebbe essere controverso e far discutere, era orribile piuttosto l’accostamento verde-arancione andato di moda un inverno degli anni ’90, quello sì che era inguardabile. Riguardo la forma, inutile dire che è più bella la versione col tacco 10 (o 12), anche il tronchetto non è male, peccato non siano disponibili on line (ma allora che ce li mettono a fare?).

  2. Il pitone non mi piace! Come pure non mi piace l’abbinamento blu e nero così. Il modello non è brutto, molto classico, ma la vedo più come una scarpa da “sciura”!

  3. L’accostamento dei colori non è male, il modello è classico, ma ovviamente preferisco i tacchi più alti! La pelle di rettile non mi piace proprio, in questo caso per fortuna è solo stampata! Apprezzo quella vera solo quando è “indossata” dai legittimi proprietari! 🙂

  4. Boh, solo io le trovo particolarmente brutte? Già non amo l’effetto pitonato, quella pennellata sembra messa lì, quasi a casaccio, il tacco troppo basso (a mio avviso sta bene solo sulle stangone e comuqnue invecchia…).
    Non le trovo nè banali nè insulse… le trovo proprio brutte! Ma gusto personale…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.