Dolce&Gabbana e il tacco tabernacolo

La Fashion Week è sempre fonte di grandissime soddisfazioni, tra gli outfit delle invitate alle sfilate e le nuove proposte c’è sempre molto di cui parlare, come per esempio il tacco tabernacolo; se lo show di Moschino, con le modelle Barbie, vi è sembrato esagerato, sappiate che quello che state per vedere potrebbe segnarvi a vita.

Un anno fa il duo Dolce&Gabbana ha stupito tutti con le zeppe scultura in stile gabbietta, e domenica ha fatto il bis, facendo scendere in passerella il tacco tabernacolo:

143642561-9c34bb09-dc44-48e1-9e06-b58b94958a37

tacco tabernacolo

Ad ispirare la collezione creata per la stagione SS 2015 non è più la Sicilia, ma la Spagna, terra di flamenco e passione; molti capi sono realizzati in broccato nero, spesso illuminati da decorazioni gioiello luminose ed opulente. Il rosso e il nero sono i protagonisti assoluti, come sempre non mancano i dettagli in pizzo, tessuto amatissimo da Dolce&Gabbana. Queste scarpe con tacco scultura così particolare si posizionano in modo molto naturale in questa collezione, appena le ho viste le ho trovate ridicole, ma basta contestualizzarle per capire che sono l’ennesimo colpo di genio dei due designer; so che non sarete d’accordo con me, ma la moda è anche gioco, e spesso è più semplice giocare con gli accessori che inserendo una giacca da torero nel proprio guardaroba da ufficio! Quindi nonostante sia eccentrico io dico sì al tacco tabernacolo!

Trovo adorabili anche le decolleté con t bar che vedete nelle foto qui sotto, mi ricordano quelle proposte quest’anno da Miu Miu ma prima di giudicarle devo vederle meglio:

DOLCEGABBANA-WOMEN-FASHION-SHOW-SS-2015-1

DOLCEGABBANA-WOMEN-FASHION-SHOW-SS-2015-2

DOLCEGABBANA-WOMEN-FASHION-SHOW-SS-2015-5

Se qualcuno se lo fosse chiesto la riposta è sì, le indosserei tutte, sono troppo folli per giacere in una scatola chiusa! E poi se il tabernacolo è chiuso sembrano dei normalissimi tacchi scultura!

 

12 thoughts on “Dolce&Gabbana e il tacco tabernacolo

  1. Ok, all’interno di questa collezione hanno decisamente più senso, voglio dire, più trash del tacco tabernacolo c’è solo il vestito con gli ex voto. D&G vogliono far parlare di sé con una collezione che lasci il segno e ci sono riusciti perché giacche e pantaloni stupendi ma non bastavano, dovevano inserire qualcosa che lasciasse a bocca aperta, facendoli stare sempre in bilico su quella linea sottile tra genio e “ma che è ‘sta robba?”. Davanti al vestito, è il secondo pensiero che mi attraversa: ma sul serio qualcuno se lo metterebbe? Davanti alla scarpa penso: siete due maledetti geni.

  2. Il tacco tabernacolo risulta quasi impossibile decontestualizzato dall’ispirazione dichiarata della collezione, a differenza della gabbia. Eppure apre un mondo “nuovo” al tacco scultura-scrigno…

    Inoltre in passerella sono arrivate cose anche come questi meravigliosi stivali con rose e ricami
    http://www.dolcegabbana.it/sfilata/donna-sfilata/passerella-gallery/
    Credo questo spunto avrà invece un suo buon seguito, così come le tinte dell’oro e del rosso usate a piene mani.

  3. Hanno sicuramente trovato il modo per lasciare a bocca aperta, ma secondo me la loro collezione era già molto bella per far parlare ancora una volta delle loro creazioni e della loro bravura! Baci Elisabetta

  4. Sono talmente folli da essere assolutamente desiderabili!
    Ogni volta che vedo una collezione Dolce e Gabbana penso che ormai abbiano raschiato il barile e alla prossima non potranno più inventare nulla di nuovo, e invece…
    Adoro gli stivali postati da Fleur, splendidi!!

  5. Ciao!
    E’ da tanto che ti leggo, ma non ho mai commentato un tuo post. Questo, non so perché, mi spinge a farlo. Sono d’accordo con te che la moda debba anche essere gioco, e questo tacco, personalmente, mi fa impazzire [in senso positivo..credo]! Lo indosserei pure!
    Già che ci sono ne approfitto per dirti che il tuo blog è uno svago per quelle giornate dove va tutto storto e hai bisogno di distrarti, che credo tu abbia un gusto eccezionale e che i post che preferisco sul tuo blog sono quelli che commentano le provocazioni dei grandi couturiers in chiave del tutto personale. Spesso non mi trovo d’accordo con il tuo giudizio, ma apprezzo comunque il tuo stile, sempre elegantissimo e coerente sebbene in costante evoluzione.
    Viva il tuo blog [and shoes :)]!
    Juls

    1. Ciao Juls!
      Ma lo sai che sono proprio i commenti come questo a far andare avanti il blog? E’ bellissimo sapere che quello che scrivo può essere motivo di relax e distrazione, perché io ho aperto il blog proprio con questo scopo! E ti dirò di più, spero che vorrai continuare a commentare anche in futuro perché mi piace quando non siete d’accordo con me, è bello confrontarsi e magari cambiare idea! Scrivi quando vuoi, il blog è qui per questo, grazie del commento!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.