Casadei SS 2014

Casadei SS 2014|| Ho mantenuto la promessa di ieri, non ci posso credere! Oggi infatti vi mostro le immagini di alcune scarpe presentate da Casadei durante la Settimana della Moda di Milano. Alcuni sandali mi ricordano modelli del passato del brand, in particolare la ciabattina a tacco alto con una catenina sottile dorata che percorre il collo del piede, un orpello vagamente fetish che non mi dispiace affatto.

Di diverso appeal i modelli creati per Prabal Gurung: le decolletè con la punta affilata sono decorate con inserti in PVC futuristici e maliziosi. Il mio modello preferito è il sandalo con tacco a rocchetto effetto cartoon: irresistibile e originale. Quel che è certo è che per l’estate 2014 torneranno di moda le scarpe preziose, in pelle dorata e argentata, vi piacciono?

Casadei SS 2014: le foto

casadei SS 2014 cartoon

casadei SS 2014 deco

casadei SS 2014 gold

casadei SS 2014 mules chain 2

casadei SS 2014 mules chain gold

casadei SS 2014 mules chain

casadei SS 2014 silver bootie

casadei Ss 2014 tacco scultura

casadei SS 2014 white 2

casadei SS 2014 white

casadei SS2014

Casadei For Prabal Gurung:

casadei SS 2014 prabal gurung 2

casadei Ss 2014 prabal gurung

Photo Credits: Tatler Russia

10 thoughts on “Casadei SS 2014

  1. Wow, ce n'è per tutti i gusti. I primi due modelli non mi ispirano, per via della decorazione da vetrata di una chiesa. Il terzo non è male. I modelli con la catenella invece li adoro! *_* Anche il tronchetto spuntato è interessante, mentre il modello con la cordicella dorata mi ricorda vagamente dei recenti modelli Caovilla. Il modello in pelle blu per Prabal Gurung mi intriga, ma non riesco bene a capire come è fatto: è una chanel sul cui tacco hanno attaccato un ulteriore, lunghissimo cinturino che abbraccia collo del piede e forse anche la gamba? Solo indossato si potrebbe capire e lì si gioca tutto. E intravedo che c'è anche in raso verde… *_* L'ultimo modello è quasi la rivisitazione di un classico, bello ma non particolare.

  2. Mi piace tantissimo il sandalo nero, la versione oro è altrettanto elegante, ma forse troppo appariscente! Mi piacciono tantissimo anche i tronchetti spuntati, ma pure qui opterei per un altro colore! Il modello a ciabattina invece mi "spaventa" nel senso che non è proprio un modello facile da portare, ma per Cesare questo ed altro!

    1. Non siamo più abituate a vedere le ciabattine, da qualche anno sono sparite quasi del tutto, forse perché si abbinano malissimo ai plateau! Ti capisco quindi, anch'io appena le ho viste sono rimasta sconvolta, ma ora mi sto abituando all'idea, anche se preferisco in sandalo nero, quello con il tacco a virgola e gli ankle boots futuristici, anche in argento!

  3. Sono sincera, ho fatto quattro volte la carrellata (avanti/indietro) dei vari modelli, con la speranza di farmi conquistare da qualcuno di essi. Il risultato non è stato molto confortante. In alcuni ho trovato alcuni aspetti interessanti e piacevoli, ma, per i miei gusti, almeno uno o due particolari che non vanno. Non voglio passare per schizzinosa o per pedante, voglio essere super partes, ma quando mi debbo forzare per farmi piacere qualcosa alla fine non ottengo buoni risultati. Non discuto sulla qualità dei prodotti né sulla ricerca dei designers, ma quel che guardo, alla fine, è se mi piace o no. Concludendo ho diviso in due categorie i modelli presentati. Quelli “da salvare” e quelli da bocciare tout court. Nell’ordine.

    Sandalo argento: bocciato. Brutto il tacco, brutto il motivo, orribile la cavigliera.

    Deco oro: bocciata. Brutto il motivo, brutto il tacco (per quel che si vede), brutta la scollatura.

    Sandalo oro: salvato. Ciò che stona sono solo il troppo pesante motivo metallico e quell’enorme t-bar ancorato all’anellone alla caviglia. Ottima invece la linea, carino il tacco, elegante la parte anteriore.

    Sandalo panna: salvato. Tutto sommato non mi dispiace. Peccato per quella striscia dorata troppo larga sul collo del piede. Ridondante la collanina che unisce le due strisce.

    Open toe oro/argento: salvata. Due sentimenti opposti: linea stupenda, slanciatissima, toebox elegante, tacco svettante. Bruttissima quella lavorazione a maglie strette che avvolge il collo del piede.

    Sandalo t-bar: salvato. Bella linea, così come il tacco, la doppia fettuccia del t-bar appesantisce.

    Sandalo nero: salvato. Ottimi il design, il tacco e la parte anteriore. La stonatura è quel t-bar troppo accentuato.

    Deco celeste: bocciata. La punta è troppo allungata, quella selva di fettucce un disastro. Si salva solo il tacco.

    Deco optical: salvata. Ottimo design, l’abbinamento bianco/nero poteva essere interpretato meglio. La punta potrebbe anche andare, ma si poteva azzardare una scollatura più generosa.  

  4. Io sono perdutamente innamorata di queste scarpe, sono decisamente il mio genere, tutte nessuna esclusa ed è la prima volta che mi capita con casadei!

    <a href="http://www.dontcallmefashionblogger.com/">Don't Call Me Fashion Blogger</a>
    <a href="https://www.facebook.com/pages/Dont-Call-Me-Fashion-Blogger/209835832384201">Facebook</a>

    <a href="http://www.bloglovin.com/en/blog/2484071/dont-call-me-fashion-blogger">Bloglovin'</a>

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.