La svolta eco di Manolo Blahnik per la primavera 2012

La notizia è freschissima e mi è arrivata da Tiziana tramite Facebook: Manolo è stato folgorato dal talento della designer Marcia Patmos e ha deciso di collaborare con lei per una mini collezione eco. I modelli, presentati da poche ore, sono due, un sandalo a tacco alto e uno ultra piatto, realizzati in rafia, sughero, e scarti di pelle di Tilapia, un pesce molto famoso. Questo è il risultato:

 

Le varianti di colore sono diverse, qui potete ammirarle tutte, devo ammettere che la versione blu ha il suo fascino, ma non credo riuscirei a infilare i piedi nella pelle di pesce. Inutile dire che apprezzo l’idea di partenza, cioè quella di scegliere materiali green, abbinati alla pelle di un animale che viene utilizzato sulle nostre tavole, anche se non mi sembra niente di particolarmente sconvolgente: la pelle di mucca viene da sempre usata anche per le scarpe, cosa c’è di innovativo? Il fatto che questi sandali costino più di $800 mi convince ancora di più del fatto che si tratti di una semplice trovata pubblicitaria, voi che ne dite?

8 thoughts on “La svolta eco di Manolo Blahnik per la primavera 2012

  1. Nel coloro blu sono carine, ma niente di più: il modello non è niente di che, Manolo ci vede doppio? Apprezzabile comunque l’idea di una linea ecocompatibile.

  2. Uff, modello decisamente troppo datato, materiali più che eco…riciclo da centro sociale ecologico ç_ç

    Posso dire una cosa?Attenzione alle solette in sughero, se vi suda il piede….un paio di volte lì dentro..babbabia ç_ç

  3. devo ammettere che il modello è davvero molto molto carino!
    Ma il fatto che costino così tanto fa decadere tutto il discorso “eco”.
    Pura pubblicità!!!
    Peccato.
    ….quelli flat non si possono vedè! ^___^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.