TheMicam torna a Milano: novità della fiera internazionale delle calzature

L’82esima edizione della fiera internazionale delle calzature, TheMicam, aprirà i battenti domani a Milano; nei prossimi giorni vi racconterò, come ogni anno, gli ultimi trend presentati dai diversi marchi presenti, ma oggi voglio raccontarvi le novità pensate dall’organizzazione per l’edizione del 2017, appena raccontate durante la conferenza stampa ufficiale.

Come già saprete il cuore del mondo delle calzature Made in Italy batte nelle Marche, una delle regioni colpite dal recente terremoto, per questo lo staff di TheMicam ha pensato a quattro iniziative volte ad aiutare le popolazioni vittime del sisma: in fiera sarà possibile effettuare una donazione in busta chiusa presso un desk della Caritas e l’organizzazione donerà un euro per ogni visitatore registrato ai tornelli di accesso. La stima è una partecipazione di circa 30.000 persone, mi sembra davvero un passo importante! Inoltre sono stati raccolti guanti e scarpe donati dagli espositori che proprio oggi verranno consegnati alla Croce Rossa che li consegnerà nelle zone colpite; per concludere Annarita Pinotti, Presidente di Assocalzaturifici, TheMicam e imprenditrice di Loriblu, ha deciso di mettere all’asta il simbolo della fiera, la scultura con la scarpa rossa che contiene il mondo:

the micam 2016

 

Per quanto riguarda invece le novità sulla manifestazione del 2017 la prima è la decisione di spostare l’edizione di settembre di un paio di settimane, per rinforzare il legame con il mondo della moda: il nuovo calendario prevede quattro giorni di TheMicam, dal 17 al 20 Settembre 2017, e soltanto poche ore dopo la chiusura dell’esposizione Milano ospiterà la Settimana della Moda. L’obiettivo è di riportare Milano al suo ruolo di capitale della moda, e per farlo l’organizzazione vuole agire in sinergia con tutti gli altri eventi legati al fashion, creando così un unico momento di unione e collaborazione.

Annarita Pinotti ha anche affrontato diverse tematiche importanti che io stessa condiviso spesso nei miei post, come la necessità di arginare l’importazione di prodotti cinesi, contraffatti e non, con adeguate normative anti dumping e con l’inserimento di dazi compensativi. Allo stesso modo è fondamentale supportare gli imprenditori italiani che producono calzature Made in Italy di qualità, favorendo accordi commerciali di libero scambio con paesi come USA, Giappone e Russia.

Già dalla prossima edizione di TheMicam, a febbraio 2017, l’organizzazione dei padiglioni verrà semplificata e rivista per favorire la visita dei buyer nelle differenti aree tematiche, devo dire che questo è uno step necessario perché al momento la situazione è confusa e piuttosto difficile da gestire per chi ha poco tempo a disposizione ma tanta voglia di scoprire nuovi brand.

Il percorso di innovazione è già iniziato, da domani oltre all’area espositiva i visitatori potranno partecipare a workshop gratuiti, assistere alle sfilate e guardare al futuro grazie ai tanti progetti originali voluti da TheMicam e da alcuni marchi espositori, che vedranno la fusione tra il mondo virtuale e quello tradizionale dell’artigianalità italiana.

Per saperne di più tornate lunedì, troverete tutte le mie impressioni sull’unico evento capace di emozionarmi più del Natale!

3 thoughts on “TheMicam torna a Milano: novità della fiera internazionale delle calzature

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.