Sandali arancio Nicholas Kirkwood Primavera/Estate 2016

A quanto pare anche WordPress si è divertito con il pesce d’aprile oggi, dato che il post che avevo programmato è misteriosamente scomparso. Ma le foto sono altrettanto misteriosamente ancora nella mia gallery, quindi provo a proporvi lo stesso paio di sandali arancio a tacco alto, con la speranza che il mio blog accetti di pubblicare qualcosa che forse non gli piace!

Ho scelto di mostrarvi un paio di scarpe di Nicholas Kirkwood, designer che personalmente non ho ancora inquadrato, perché voglio capire cosa ne pensate: a volte trovo i suoi modelli divertenti e raffinati, altri risultano sottotono o addirittura eccessivi, le vie di mezzo sono davvero poco.

I sandali di oggi sono la versione estiva, quindi alleggerita, di una décolleté mary jane; al posto del cinturino sul collo del piede troviamo un laccetto sottile che si chiude con un fiocco, e sia la tomaia che il tallone sono aperti. Il tocco finale che mi ha conquistata è il gioco di tonalità in color block: la tomaia arancio corallo è stata pennellata con tocchi fuxia e verde menta che nell’insieme risultano bilanciati e gradevoli.

sandali arancio

sandali nicholas kirkwood

sandali arancio

Adoro questi sandali, se non fosse per un piccolo dettaglio, il prezzo: 795 Euro sono troppi per un modello piuttosto semplice sia nella forma che per i materiali utilizzati! Tra l’altro notavo che il tacco sembra essere troppo arretrato, è come se non fosse stato centrato bene: se è così adesso immagino cosa diventi quando il sandalo viene indossato, peccato perché l’idea era ottima.

4 thoughts on “Sandali arancio Nicholas Kirkwood Primavera/Estate 2016

  1. Dice il saggio “Abbiamo fatto 30, facciamo 31”: quindi meglio se fossero stati anche fluo, eddai? E dopo il 31 viene appunto il 1° aprile. La saggezza di WordPress é stata battuta dalla tua pervicacia. A tempi migliori. Buon WE di passione.

      1. Direi proprio che di meglio non si poteva: Beata te.
        É strano che il tuo benessere passi per la mia sofferenza ma per fortuna panta rei, anche queste scarpe…. che poi non sono neanche brutte… é la loro eccessività a renderle dimenticabili.
        Ma domani é un altro giorno… ed altre scarpe (ed altre gioie) verranno. Splendida notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.