Recensione: ankle boots Stelio Malori

Recensione stivaletti Stelio Malori || Sì, avete letto bene, oggi parliamo di recensioni di scarpe; sembra folle, ma tra qualche riga vi sembrerà già una cosa indispensabile e vi chiederete come avete fatto a vivere senza per tutti questi anni.

Come potete immaginare mi piace condividere la mia opinione sulle cose che mi piacciono, lo trovo utile e divertente; ormai tutti prima di comprare un nuovo mascara o una fotocamera super tecnologica chiediamo consiglio all’oracolo Google, che a sua volta ci mostra recensioni di utenti e blogger. Di tecnologia non so molto, ma in compenso so tantissime cose in merito alle scarpe, quindi ho deciso di continuare a condividerle con voi tramite delle recensioni specializzate.

Non ho sempre tempo di fotografare i miei nuovi acquisti come vorrei, e ho una strana ossessione che mi ha sempre impedito di pubblicare foto delle scarpe dopo averle indossate, quindi ho pensato che da oggi ogni new entry apparirà nel blog due volte: la prima in still life, con immagini e recensione, la seconda indossata e “viva”.
Credo possa essere un aiuto in più per chi vuole conoscere pregi e difetti di modelli e marchi, e sacrificarmi per voi non sarà un problema, anzi! Il web è pieno di blog in cui vengono mostrate scarpe e accessori da sogno, per vederli basta aprire i social, io vorrei aggiungere qualche informazione in più, e avere un blog (mono)tematico aiuta moltissimo.

Ma adesso andiamo al sodo, devo mostrarvi un paio di ankle boots in pelle acquistati a fine dicembre. Avevo bisogno di un acquisto coccola, ma dopo un’intensa mattinata di shopping con le mie amiche l’unica cosa che avevo acquistato era una bottiglietta d’acqua, un po’ tragico, non trovate?

Per fortuna poi siamo passate a curiosare tra le scarpe di uno dei punti vendita Stelio Malori, un’azienda che produce scarpe Made In Italy dal design sempre molto trendy; i prezzi sono accessibili, ma purtroppo i negozi sono tutti a Roma. Tornando a noi, in vetrina, in un mare di stivaletti e stringate nere ho avvistato un paio di ankle boots un po’ vistosi, in pelle piombo metallizzato, con tacco sottile e punta a mandorla.

Ankle boots Stelio Malori:

Stelio Malori

ankle boots stelio malori

ankle boots pelle

ankle boots senza plateu

Ovviamente li ho provati e subito dopo acquistati, conquistata dalla leggerezza e dal design ricercato ma portabile.
Parliamo subito dei pro: la pelle scelta da Stelio Malori è eccellente e morbidissima, non ho avuto problemi ad indossarli e li ho già portati a spasso diverse volte. Per rendere il test ancora più impegnativo li ho anche indossati senza calze, cosa che faccio spesso in inverno (con i pantaloni, ho ancora tanto da imparare dalle star di Hollywood) e non ho sofferto per niente; il tacco è alto circa 10 cm e la calzata è davvero perfetta. Il colore della pelle mi ha colpito perché è particolare senza essere eccessivo, e si abbina alla mia borsa preferita del momento, non potrei chiedere di più!

Ma in tutto questo splendore c’è un difetto: la zip posteriore. E’ un dettaglio che esteticamente adoro, e che negli ultimi anni si è visto molto, ma sugli ankle boots è piuttosto rischioso, per un motivo piuttosto semplice: il piede, soprattutto all’inizio, può avere problemi a scendere per bene nella scarpa, rendendo quindi difficilissima la chiusura della zip. A livello estetico trovo splendida la scelta di non rovinare la continuità della scarpa inserendo una chiusura laterale, ma purtroppo quelle posteriori possono non essere il massimo: avevo un altro paio di booties con lo stesso hardware, e mi si è rotto dopo poco tempo. Notare che ho scritto “avevo”, traete le vostre conclusioni! Anche in questo caso ho dovuto forzare la mano per chiudere gli stivaletti, e la zip si è leggermente scucita: niente di grave, ma per una perfezionista come me è un bel fastidio!

Consiglio salva zip (poco utile in questo caso): quando la cerniera è nuova fate scorrere sui dentini una candela (spenta!), aiuterà a rendere più fluida la chiusura.

Potete acquistare i prodotti Stelio Malori in negozio a Roma o online nel sito ufficiale.

12 thoughts on “Recensione: ankle boots Stelio Malori

  1. Hai avuto un’ottima idea che secondo me farà comodo a molte!
    Io sono il calssico tipo che vorrebbe comprare tutte le scarpe che vede, ma ho i piedi talmente delicati che il 70% delle volte (e non esagero) finisce che mi fanno male e quendi non le metto mai, avere qualcuno che dà un’opinione “su strada” mi sarà semnza dubbio di grande aiuto (soprattutto quando si tratta di brand low cost come Zara o H&M)!
    Detto questo, quegli stivaletti sono deliziosi, mi piace soprattutto il colore, conosco quel marchio ed effettvamente fa calzature davvero buone! 🙂
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

    1. Le scarpe di Zara vanno sempre provate perché inspiegabilmente alcuni modelli sono perfetti, altri sembrano degli strumenti di tortura! Di H&M ho provato solo le ballerine, sono di cartone ma con quello che costano va bene così, ahahah!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.