Outlet Louboutin, Casadei, Zanotti: occhio alle truffe!

Esistono degli outlet Louboutin, Casadei e Zanotti o sono tutte truffe?! Questo è uno dei post più richiesti di sempre, spero di riuscire a scrivere tutte le informazioni utili per evitare di alimentare ancora il mercato delle scarpe firmate false.

outlet louboutin
Negli anni ho dispensato consigli per evitare di acquistare scarpe non originali su siti come Ebay e Subito.it, mi sono concentrata spesso su Louboutin ma questa piaga affligge tantissimi marchi; la cosa per me più terribile è stato scoprire che queste aziende di scarpe false hanno iniziato ad inviare sconti e prodotti gratis a blogger e youtuber per farsi pubblicità sfruttando i canali più seguiti. Io tengo a chi mi legge e non voglio farvi arrestare, quindi farò la parte della paladina dei brand del lusso, e lo farò perché so quanto sia terribile essere copiati da chi non è in grado di inventare qualcosa di interessante.

Oggi la mia lotta alla contraffazione si concentrerà su quei siti che si spacciano per outlet Louboutin autorizzati a vendere scarpe firmate; lo stesso discorso vale anche per Giuseppe Zanotti, Casadei, e tutti i brand del lusso etc etc; nel 99% dei casi si tratta di rivenditori localizzati in Cina che non hanno nessun legame con le aziende appena citate e che quasi certamente non vi spediranno proprio niente. Oppure vi arriverà a casa una scarpa orrenda che ricorda quella che pensavate di aver acquistato, in una nuova versione schiacciata da un tir e masticata da un tirannosauro.

I brand sopra citati non hanno, ad oggi, outlet online ufficiali, ma sono molti i siti che rivendono modelli di collezioni passate a prezzi scontati. Sto preparando una guida che li comprende tutti, per il momento voglio limitarmi ad elencarvi alcuni punti utili a capire se il sito che avete trovato è affidabile o meno. Vi rimando anche a questo video, che integra il post.

Come evitare outlet Louboutin non autorizzati:

1) Il nome. Spesso questi siti hanno un nome che richiama quello della pagina ufficiale, come nomebrand-it.com, e già questo è un campanello d’allarme da tenere presente. Solitamente la versione europea di un e-shop americano (come quello di Louboutin, per esempio) riporta la scritta eu all’inizio o alla fine dell’url, non in mezzo separata da un trattino. Ancora più spesso il sito ufficiale è unico per tutto il mondo, ma all’interno si ha la possibilità di selezionare la lingua e quindi il paese di provenienza; diffidate quindi di url eccessivamente complicate, soprattutto se portano a siti che rivendicano di essere outlet ufficiali legati all’azienda. Se fosse così il link sarebbe presente all’interno del sito ufficiale del singolo brand, nella lista dei punti vendita autorizzati.

2) Le foto. In questi siti fake spesso le foto sono le stesse che trovate nei siti originali; per i più inesperti potrebbe sembrare rassicurante, ma vi assicuro che i rivenditori ufficiali raramente lo fanno. Capita che utilizzino le foto del lookbook per presentare la collezione, ma le foto delle scarpe in “natura morta” spesso vengono scattate appositamente per il sito/outlet. Altri siti fake, quelli più audaci, abbinano le foto ufficiali a quelle delle scarpe che poi vi arriveranno a casa, dei mostri informi che non hanno nulla a che vedere con le originali. Prestate attenzione ai dettagli delle foto, e se avete dubbi chiedete al servizio clienti del sito stesso delle immagini aggiuntive; se sono onesti lo scoprirete in tempi da record!

3) I testi. Questo punto è legato al precedente, perché sotto ad ogni foto è presente la descrizione del prodotto. Solitamente i siti fake copiano la didascalia dell’e-shop originale, quindi per capire se si tratta di un negozio affidabile la cosa migliore da fare è girare per il sito. Aprite tutte le tendine disponibili, da quelle legate al servizio clienti a quelle sui metodi di pagamento e FAQ, come vi dicevo prima spesso i siti che vendono scarpe false hanno sede in Cina e utilizzano sistemi bizzarri per tradurre i testi; è probabile che troverete frasi tipo questa: “la vostra soddisfazione è ciò che ci sforziamo di. Offriamo una politica di ritorno globale per voi. Prima si vuole restituire la merce, prima vi preghiamo di contattarci per discutere il problema che state avendo. Se ci sono difetti irrimediabili con le merci, è possibile tornare indietro a noi per la riparazione o sostituzione”. Chiarissimo, no? Chiudete il sito e spendete altrove i vostri soldi.

4) Sede legale. I siti onesti scrivono, solitamente in basso, tutte le informazioni legali legate all’azienda, perché sono appunto aziende regolari. Quindi se non trovate nessun riferimento ad una sede fisica, ad una partita IVA/iscrizione al registro delle imprese e così via iniziate a farvi qualche domanda.

5) Prezzi. Se il sito promette saldi del 70% vende scarpe Louboutin o Casadei false. E questo vale anche per gli altri designer, perché i rivenditori autorizzati non possono svalutare le scarpe facendo sconti così alti, cosa che non accade nemmeno nelle boutique. Louboutin fa i saldi del 40%, Casadei arriva al 50% su alcuni modelli, e così via; l’unico caso in cui ho visto alcuni modelli scontati del 70% si trattava di scarpe difettate, adeguatamente segnalate, ma sono delle eccezioni rare, quindi state attenti.

6) Sistemi di pagamento. Il mezzo di pagamento più sicuro online è PayPal, quindi vi sconsiglio caldamente di acquistare qualsiasi cosa da qualsiasi persona/negozio che non accetti questo sistema, soprattutto se ha sede all’estero. PayPal è sempre dalla parte dell’acquirente, da venditrice è una cosa che odio, ma quando ho avuto i miei problemi sono stata felice di avere dalla mia un sistema pronto a risolvere questioni dovute a transazioni scorrette. Se pagate con carta di credito nessuno si preoccuperà della mancata spedizione/consegna delle vostre scarpe, o del fatto che sono dei plasticoni orrendi che non hanno nulla a che vedere con le originali. Controllate quindi i metodi di pagamento accettati in caso di sito sospetto, se PayPal non è presente passate ad altro.

7) Resi. In linea di massima un outlet autorizzato non ha problemi ad accettare un reso; alcuni lo fanno gratis, per altri la spedizione è a carico dell’acquirente, ma è difficile che il sito di un negozio rifiuti a priori di cambiare il prodotto acquistato. Molti siti di scarpe false invece non accettano restituzioni; vi “verranno incontro” in caso di taglie sbagliate, ma se il problema è con la conformità del prodotto non riceverete più nessuna risposta dall’efficiente servizio clienti. Controllate quindi anche questa informazione prima di procedere con l’acquisto.

Questi sette punti dovrebbero aiutarvi a tenere lontane truffe e acquisti illegali (perché è di questo che stiamo parlando), non posso garantirvi che la loro assenza vi garantirà acquisti sicuri al 100%, ma posso assicurarvi che se si presentano anche solo due di questi punti vi trovate davanti ad un rivenditore di scarpe firmate false. A voi la scelta di rischiare grosso!

Leggi anche:

Outlet Casadei dove trovare le Blade in sconto

28 thoughts on “Outlet Louboutin, Casadei, Zanotti: occhio alle truffe!

  1. Vogliamo parlare anche di chi compra queste cinesate e poi le mette in vendita su famosi siti di annunci spacciandole per originali e magari pure a prezzi assurdi?

    Ho visto cose che vuoi umani non potete immaginare…

  2. Non comprerei mai articoli del genere su internet, se avessi i soldi necessari per comprare un capo luxury avrei la soddisfazione di andare direttamente in negozio. Risparmiare 40% 70% per una cineseria, è sempre troppo! baci Elisabetta

  3. Già solo il fatto che certi “outlet” scontino del 70, 80 anche 90% persino modelli della stagione attuale – che quindi si trovano a prezzo pieno nel sito ufficiale del brand – dovrebbe far scappare a gambe levate. Invece ci sono acquirenti che, secondo me, comprano apposta queste cinesate: vuoi perché sono ingenui, vuoi perché sperano che il fake sia somigliante abbastanza con l’originale così da credere di risparmiare un sacco di soldi (!) e vantarsi di avere un modello autentico, vuoi perché spacciandolo come autentico su ebay o simili ci lucrano sopra. E su ebay quasi nessuno chiede le foto reali al venditore, che spesso si limita a postare quelle ufficiali. E pazienza se non accetta paypal, vuoi mettere l’asta a 1 euro e la spedizione gratis? È un affarone! Finché la gente avrà le fette di salame sugli occhi e abboccherà all’amo, i truffatori continueranno a proliferare.

  4. Nella maggior parte dei casi non credo si tratti di acquirenti ingenui e/o boccaloni, ormai fortunatamente con un po’ di attenzione è quasi impossibile non sapere cosa compri…
    In questi casi mi viene da dire, parafrasando una frase letta tempo fa, “fake shoes are for fake people”…

  5. Stessa cosa per le Ugg, non ci sono siti originali di soli sconti e le foto sono copiate dal sito ufficiale, idem per tiffany&co. che neanche li fa i saldi ….
    Le scarpe, gli accessori e gli abiti firmati, per andare sul sicuro a parer mio si comprano in tre modi: o in negozio (il mio preferito, accidenti quanto è bello toccare con mano e provarsi le cose), sul sito ufficiale o su siti riconosciuti che vendono legalmente vari brand (zalando, yoox, ecc)

  6. Brava Sara, ci voleva un post così.
    Personalmente trovo che l’acquisto di un capo d’abbigliamento sia troppo personale, perchè venga fatto online.
    Chi di noi (sia donne che uomini) pur consapevoli delle proprie taglie, non nutre sempre qualche dubbio nel provare un vestito, una camicia, un pantalone…? Non c’è nulla di peggio che dover camminare in una scarpa troppo stretta o troppo larga (peggio ancora se a tacco alto). Si certo poi c’è il reso gratuito, ma lo sbattimento che si deve poi fare per cambiare la merce, secondo me, vanifica un pò la comodità dell’acquisto online.

    Certo se però conosci perfettamente la tua dolce metà e sai che il tuo Amore “quel” sandalo di Jimmy Choo di “quel” colore e di “quella” taglia lo calza come un guanto…

    Saluti

    Edo

  7. Io non ho mai comprato scarpe on line (ho già i miei bei problemi con quelle che mi provo in negozio, figuriamoci se adesso vado a prendere delle scarpe a scatola chiusa) ma di certo lo farei ancor meno se dovessi comprarmi delle calzature di lusso!
    Intanto dato che ci spendo una cifra voglio provarle e vedere come mi vanno, e poi prima di prenderle voglio esser sicura che cuciture e dettagli siano perfetti, cosa che on line non si può fare nemeno nel sito ufficiale del brand (ed è inutile palare di reso gratuito perchè è una rottura pazzesca)!
    Il tuopost è utilissimo e molto informativo, comunque io penso che una che acquista un paio di Louboutin a 60$ sappia perfettamente che sono false, quindi lo farebbe in ogni caso…
    Baci!
    S
    http://s-fashion-avenue.blogspot.it

  8. Per comodità rispondo a tutti con un unico commento, perché gli argomenti toccati sono simili!
    Noi conosciamo benissimo il mondo della moda, i blog, i designer, ma c’è anche chi non ha la nostra esperienza né con il web né con i brand stessi; esistono persone forse sprovvedute che si affidano a questi siti per eccesso di ingenuità e poi ci rimangono male, a me non interessa giudicare le loro scelte, voglio fare quello che posso per evitare che accada di nuovo. Poi ovviamente chi compra in quei siti di proposito per quanto mi riguarda merita una bella multona, ma quella è un’altra storia.

    L’esperienza dello shopping in negozio è un’altra cosa, su questo non ci sono dubbi, ma alcuni outlet online, come Yoox, fanno spesso degli sconti molto convenienti che rendono quindi vantaggioso l’acquisto via web. Non tutti poi vivono vicino alle boutique, quindi ben vengano anche gli e-shop, purché onesti e legali!

  9. Ciao a tutti volevo segnalare un altro sito dal quale ASSOLUTAMENTE non dovete fare acquisti e che dopo la truffa che ho subito provvederò a rovinargli la piazza su tutto il web, siccome non mi rimane altra soddisfazione…il sito è il seguente http://www.suolerossescarpe.eu. Spacciano le scarpe come originali, al costo in media di 180 euro e invece valgono meno delle scarpe da 5 euro al mercato… le immagini illustrate sul sito sembrano prese da quello ufficiale, ma una volta arrivate a casa ti accorgi che arrivano da Hong Kong e che l’odore di plastica è davvero il problema minore… suola graffiata, sbavature di colla nel plateau e la suola rossa nel tacco è sollevata! Mentre sul sito scrivono che offrono un facile ritorno della merce e che sono disponibili nel soddisfare il cliente… quando ci hai a che fare oltre il danno… la beffa! perché ti rispondono a presa per i fondelli e continuano a ripeterti che il loro prodotto è di buona qualità e di rimborso manco a parlarne… aggirano del tutto il discorso rimborso ed alla fine sono stati capaci di rispondermi che sperano che io possa indossare lo stesso le scarpe altrimenti di rivenderle o di regalarle ad una amica! veramente pazzesco! ragazzi non comprate sul Web, scarpe di questo genere si devono provare ed acquistare in un negozio! spargete voce!

  10. Purtroppo bisogna diffidare da questi siti di scarpe ‘false’, l’originalità del marchio si trova solo nei negozi ufficiali sia sul web sia nei store. Stavo cercando

  11. Purtroppo bisogna diffidare da questi siti di scarpe ‘false’, l’originalità del marchio si trova solo nei negozi ufficiali sia sul web sia nei store. Ho fatto ricerche sul web per le mie bridal shoes tra Casadei, Jimmy Choo, Caovilla, Zanotti per farmi un’idea su prezzi e modelli ed è saltato fuori di tutto! E’ pazzesco come sti cinesi vogliono copiare, costi quel che costi, le nostre luxury brand. Diffidare diffidare diffidare!! Original Make difference..

  12. Ho sognato le loubutin per una vita e finalmente per i miei cinquant’anni mio marito me le ha regalate. Entrare ne negozio, provarle e riprovarle,sentirsi coccolata dalla commessa….. meraviglioso. Che senso ha comprare una cinesata in internet. Vale la pena aspettare

    1. L’esperienza in boutique è splendida, ma online esistono anche siti convenienti che vendono prodotti originali in saldo. Lo scopo del post è evitare che si acquistino fake 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.