Le scarpe da sposa della Regina Elisabetta, ed il suo abito

Quando si tratta di matrimoni reali condivido i post sugli abiti e le calzature scelte in tempo reale, stavolta invece sono in ritardo di 72 anni.

Eh già, la regina Elisabetta e Filippo hanno festeggiato un paio di giorni fa i loro 72 anni di matrimonio, è incredibile immaginare quanto sia passato da quel giorno, che aveva più di un significato nascosto.

Lo stesso si può dire che dell’abito indossato dalla Regina, un capolavoro ricamato a mano, ma prima di raccontartelo vorrei soffermarmi un momento sulle scarpe da sposa della regina Elisabetta:

scarpe da sposa della regina elisabetta

 

Semplici, vero?

L’unico vezzo è la fibbia impreziosita da strass, che riprendono le decorazioni dell’abito.

scarpe da sposa regina elisabetta

 

Per una volta però non mi interessa descrivere il modello, un po’ sottotono se paragonato a quello indossato pochi anni dopo per la sua incoronazione, e firmato Roger Vivier; guardando questi sandali in raso creati da Edward Rayne, vedo i passi di una ragazza destinata a diventare una delle regnanti più amate della storia, innamorata di quello che per molti era “‘l’uomo sbagliato”, così determinata da aver convinto tutti che quel matrimonio sarebbe durato nonostante tutto.

Elisabetta non è mai stata una sposa come tante, ma mi piace immaginare che queste scarpe la abbiano accompagnata in un pezzetto del cammino che l’ha trasformata da ragazza a Regina.

Le scarpe da sposa della regina Elisabetta sono state realizzate in abbinamento con il vestito, dallo shoemaker inglese Edward Rayne: in quel periodo la sua bottega era frequentata da tutte le star più popolari, ed il suo brand era considerato lusso allo stato puro.

Lo stesso designer negli anni ’70 è stato nominato Comandante dell’Ordine reale vittoriano proprio da Elisabetta.

Al contrario delle scarpe, l’abito da sposa è decisamente più ricco:

queen-elizabeth-wedding-dress-history-of-i-super-intricate-gown-embroidery-photo-display-cost-the-crown-2018-harry-syrium-image

 

A realizzarlo su richiesta della regina, l’atelier dello stilista inglese Norman Hartnell, e le mani di 350 sarte e ricamatrici che hanno lavorato incessantemente per creare questo pezzo di storia.

Sembra che vennero presentati 12 bozzetti diversi, e che quello definitivo fu controllato anche dalla Camera dei Comuni, intenzionata ad accertarsi che le stoffe selezionate non provenissero da “terre nemiche”.

Il vestito è realizzato in seta avorio scozzese, ha una scollatura a cuore e le maniche lunghe, ed è stato ricamato a mano: lo strascico misura più di 4 metri, ma a colpire al tempo furono proprio le decorazioni floreali presenti sul corpetto e sulla gonna ampia.

queen-elizabeth-wedding-dress

 

Ad ispirare i motivi floreali dell’abito, la Primavera di Botticelli,  la ricchezza florida della natura e la rinascita, tema delicato visto il periodo storico in cui è stata celebrata la cerimonia: pensa che per realizzarli lo stilista ha dovuto cercare ben 10.000 perle e cristalli negli Stati Uniti, perché dopo la guerra trovarli nel Regno Unito era davvero difficile.

Hai seguito la serie TV “The Crown”? Per ricreare la scena del matrimonio, l’attrice Claire Foy ha indossato una replica dell’abito ufficiale, pesantissimo e molto romantico, costato circa £30.000.

the crown matrimonio

Per la stoffa dell’originale invece, la sposa dovette utilizzare dei “ration coupon”, delle “tessere del razionamento” dato che il periodo storico non era dei più floridi, e pare che centinaia di sudditi inviarono i loro coupon per aiutarla a realizzare il suo vestito dei sogni.

Inutile specificare che furono rispediti indietro, insieme ad una nota in cui era spiegato che i buoni non erano trasferibili, e che la allora principessa avrebbe provveduto da sola ad acquistare il suo abito.

72 anni dopo, Elisabetta e Filippo sono ancora tra le coppie reali più amate del mondo!

Un’ultima curiosità: sapevi che è stata la regina Victoria a pretendere di indossare il bianco al suo matrimonio? Prima di quel momento, in bianco era il colore del lutto, ma la presa di posizione della Regina trasformò la storia del costume in tutto il mondo.

Leggi anche: Le scarpe da sposa di Meghan Markle

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.