La tua scarpiera, episodio 4: le scarpe di Cristina Atsopardis

In questo nuovo appuntamento con la rubrica “La tua scarpiera” ho il piacere di ospitare Cristina Atsopardis: prima di lasciarti alla presentazione che ha preparato per te sappi che il primo ricordo che ho di lei sono le sue gambe chilometriche fasciate in un paio di cuissard Casadei! Mi è apparsa così su Facebook, e sono felice di averla qui con la sua collezione di scarpe da sogno: queste interviste stanno diventando un appuntamento fisso per molti, è bellissimo conoscervi meglio attraverso la nostra passione comune!

La tua scarpiera: la collezione di Cristina

Sono Cristina Atsopardis, abito a Milano dove lavoro nel campo della moda come Style Advisor e Personal Shopper; oltre a scrivere di moda per dei web magazine ora sto preparando un blog su moda e lifestyle. Il blog avrà un sezione su consigli e suggerimenti di moda e quant’altro portati dalle mie esperienze lavorative.

Sull’olimpo dei Shoes Designer, per me, esistono Casadei, di cui non posso fare a meno (ahah!), Giuseppe Zanotti e Christian Louboutin; ad ogni modo, essendo shoes addicted, amo anche LeSilla e Jimmy Choo, oltre ad altri designer tra come Valentino, Givenchy e Fendi.

Ricordi il momento in cui hai capito di essere un’appassionata di scarpe seriale? Raccontaci!

Direi che non c’è stato un momento esatto; anche perché è una passione ereditata da mia mamma (a sua volta trasmessa dal mia nonna) perciò da molto piccola ero sempre molto attaccata alle scarpe che non bastavano mai! Ovviamente rubavo sempre i tacchi a mia mamma – i miei preferiti erano un paio di décolleté in pitone grigio tacco 12; le indossavo, seppur il piede aleggiasse all’interno sognando di metterle un giorno… ed infatti molti anni più tardi le misi, molto felice ed orgogliosa, ad una festa 😉

zanotti ankle boots

Hai un aneddoto particolare da raccontarci, legato ad un paio di scarpe presente nella tua collezione?

Si assolutamente! Premetto che l’altezza non mi ha mai spaventato, anzi!

Ma un paio di Louboutin mi ha dato filo da torcere: per molto tempo, dal momento dell’acquisto, era impossibile non cadere. Ho nel taccuino una serie di figuracce fatte in ogni dove (ristoranti, bar, per strada, anche al supermercato!) ed un’infinità di lividi…

L’altezza, parliamo di un 16 cm, abbinato ad un plantare molto stretto e corto ha avuto un effetto deleterio su di me all’inizio. Ma l’importante è rialzarsi sempre e continuare con nonchalance per la propria strada (nascondendo il dolore fisico e l’orgoglio ferito).

la tua scarpiera

Louboutin sostiene che i “sogni non hanno prezzo”: quando una donna calza le sue scarpe con il tacco non chiede il prezzo e si gode l’emozione, mentre invece prima di provare sneakers e ballerine guarda il cartellino; tu credi nella magia del tacco alto o ami tutte le scarpe allo stesso modo?

Penso che nella scarpiera di una donna ci debba essere ogni tipo di scarpa per ogni occasione; purtroppo io sono stregata dalla magia del tacco alto perciò il 90% dei miei acquisti hanno un minimo di 10 cm di tacco. L’altro 10% si divide in sneakers, tra cui le rialzate di Casadei e Isabel Marant, cuissards di Stuart Weitzman, e biker boots – gli ultimi arrivati sono bianchi con applicazioni in metallo dorate di Fausto Puglisi (molto belli!).  Ho solo un paio di ballerine di Salvatore Ferragamo che ho usato si e no tre volte!

Insomma tacchi forever!!!

la tua scarpiera

 

La tua fame di scarpe si sazia con lo shopping, o ti piace anche imparare a conoscere la storia dei designer attraverso documentari, libri e film?

Mi è sempre piaciuto sapere di più. Penso che conoscendo la storia e l’evoluzione di un designer si possa più apprezzare il suo marchio e capire le sue scelte stilistiche. Per questo motivo ho molti libri di moda, ho una collezione di riviste di moda pluriennale, riguardo vecchie sfilate e documentari (a volte li danno su Sky Arte!).

Indossi le scarpe che compri, o ti accontenti di poterle ammirare a casa tua, nella tua scarpiera?

Appena acquisto un paio di scarpe non vedo l’ora di metterle! Anzi la costruzione dei miei outfit, per la maggior parte, parte dalla scelta della scarpa in primis dopodiché scelgo il resto.

Quale scarpa ti rappresenta di più, una decollete a tacco alto, un sandalo con stiletto, uno stivale, etc?

Non saprei sinceramente; credo i cuissards d’inverno e sandali “sky high” d’estate.

Insomma Casadei regna sovrano durante tutto l’anno!!

la tua scarpiera

 

Ti va di darci l’indirizzo di un outlet (online e non) dove sei riuscita a scovare qualche tesoro?

Per me Yoox è un’ottima scelta di outlet online. Ho trovato un paio di décoletté blu di LeSilla ed un sandalo DSquared molto bello. Unico consiglio: appena si trova l’oggetto del proprio desiderio bisogna acquistarlo subito! Altrimenti si rischia la schermata “articolo esaurito” che è sempre spiacevole.

le silla scarpe

 

Qui trovi gli altri episodi della rubrica “La tua scarpiera”:

La tua scarpiera, episodio 1: Monica

La tua scarpiera, episodio 2: Piero e Chiara

La tua scarpiera, episodio 3: Isabella

 

One thought on “La tua scarpiera, episodio 4: le scarpe di Cristina Atsopardis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.