Dr Martens – Nomi e caratteristiche dei modelli più famosi del brand

Chiederti se conosci le scarpe Dr Martens è inutile, perché tutti conoscono le Dr Martens; credo che anche mio padre, nonostante sia tutto tranne che un appassionato di tendenze, sappia esattamente di cosa stiamo parlando.

Il motivo è semplice, sono gli anfibi più famosi di sempre, quelli che una volta erano rigorosamente Made in England e ora hanno un mood più internazionale; vengono riconosciuti da tutti, la forma è stata copiata da centinaia di brand, così come i dettagli gialli e le impunture sulla suola.

Le tendenze cambiano spesso, ma loro restano sempre sulla cresta dell’onda: l’azienda ha saputo rimanere al passo con i tempi, impegnandosi nella creazione di modelli vegani, garantendo la manutenzione a vita per i prodotti “For Life”, riducendo gli sprechi, e combattendo in prima linea per eliminare le disparità salariali e la schiavitù moderna.

A questo proposito voglio approfondire il discorso sul “Made in…” dei Dr Martens: la produzione, oggi, non avviene più soltanto in Inghilterra, ma anche in Asia, in Cina ed in Thailandia in primis; i modelli che ancora oggi sono Made in England sono chiaramente segnalati come tali, quindi anche in questo c’è la trasparenza assoluta da parte dell’azienda.

Dr Martens – Nomi dei modelli più famosi

Iniziamo dal più celebre il assoluto, lo stivaletto 1460 in pelle Smooth, quello con la fettuccia posteriore, le cuciture gialle e gli 8 occhielli.

La tomaia di questo modello, che per noi è un anfibio ma per gli inglesi è considerato uno stivale, è interamente realizzata in pelle; il rivestimento interno è per il 75% in tessuto e per il 25% in pelle, mentre la suola è in PVC Goodyear.

dr martens

Spesso questo modello viene definito “una tortura per i primi giorni, un guanto per tutta la vita”, perché effettivamente durante i primi utilizzi risulta un po’ duro; indossalo per brevi uscite, per consentirgli di prendere la forma del tuo piede, vedrai che in poche passeggiate diventerà una pantofola da calzare per tutto l’inverno!

Attenzione invece al modell0 1460 Pascal, molto simile al 1460, ma realizzato in pelle primo fiore:

dr martens differenza 1460 e pascal

Anche in questo caso la tomaia è interamente realizzata in pelle, il rivestito in tessuto per il 75% e in pelle per il 25%, la suola è in PVC.

 

Il terzo modello più famoso di Dr Martens è senza dubbio Smooth 1461, una scarpa creata principalmente per l’industria, diventata poi la divisa non ufficiale di tanti giovani anticonformisti.

Questo modello è unisex, ed è caratterizzato dai 3 occhielli; non ha la fettuccia posteriore, ma è realizzato con la stessa pelle Smoth del modello più alto, famosa per la sua resistenza ad intemperie e tempo.

Anche la suola Goodyear è la stessa dello stivaletto, mentre il rivestimento è realizzato in pelle per il 45%, ed in tessuto per il 55%.

come calzano dr martens

 

Il quarto modello Dr Martens è il 1914, un anfibio con gambale più alto del classico Pascal, e ben 14 occhielli!

Questa proposta ha le stesse caratteristiche del fratello minore, inclusa la composizione, ed è naturalmente unisex.

anfibi alti dr martens

Fanno parte della collezione Originals anche le scarpe Polly Smooth, ispirate alle divise delle studentesse inglesi, le Mary Jane 8065 con doppio cinturino, e i Chelsea Boots 2976:

polley dr martens

mary jane dr martens

chelsea boots 2019

 

Queste 3 proposte sono forse meno note di quelle viste sopra, ma meritano comunque una menzione, perché hanno contribuito al successo globale del marchio Dr Martens.

Alcuni dei modelli presentati nel post esistono sia in versione Vegan, che nella variante Vintage, Made in England. Nel sito ufficiale trovi tutte le informazioni sulle diverse possibilità di scelta.

Meritano una menzione speciale i Jadon Platform, gli anfibi più richiesti del momento:

anfibi alti platform dr martens

 

L’evoluzione più aggressiva del classico Pascal ha i famosi 8 occhielli, ma nasconde una cerniera laterale interna che facilita la calzata; la composizione è la stessa degli anfibi Originals.

Come calzano i Dr Martens?

Purtroppo i modelli Dr Martens non hanno la stessa calzata, che varia a seconda del prodotto scelto.

In linea di massima le scarpe da donna sono più strette rispetto a quelle da uomo e a quelle unisex, che hanno la pianta leggermente più larga, ma lo stesso brand consiglia di provare sul proprio piede il modello desiderato, per evitare di sbagliare.

Leggi anche: Stivali di moda Inverno 2019/2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.