Come calzano le Louboutin?

Come calzano le Louboutin?” è una delle tante domande che viene posta all’oracolo Google ogni giorno, ma spesso le risposte sono confuse o poco chiare.

In questo articolo ti racconto la mia personale esperienza con le scarpe dalle suole rosse, insieme a tante testimonianze che ho raccolto da persone affidabili a cui ho chiesto proprio come calzano le Louboutin secondo loro.

Non pensavo di doverlo specificare, ma a quanto pare è necessario: nessun consiglio potrà mai darti la stessa certezza che avresti provando le scarpe. La mia missione è aiutarti a capire quali fattori devi prendere in considerazione prima di acquistare a distanza, ma consiglio sempre l’esperienza della boutique, perché è davvero magica.

Ho creato delle linee guida secondo me utili a chi vuole acquistare le scarpe Louboutin online, ma se hai la possibilità di provarle (anche in viaggio, nelle boutique o presso i rivenditori autorizzati) fallo: non devi per forza essere pronta a comprarle in quel preciso momento, i negozi esistono anche per tentarti e nessuno ti guarderà storto se non porterai a termine l’acquisto.

In boutique a Roma lo staff è disponibile e gentilissimo, sono sicura che altrove sia lo stesso, quindi non farti influenzare dall’ansia da negozio di lusso. Ne soffrivo anch’io, ma l’ho combattuta perché non mi piace limitarmi, soprattutto se non c’è motivo di farlo.

Come calzano le Louboutin

Se dovessi parlare solo in base alla mia esperienza ti direi che sono true to size, quindi fedeli alla taglia dichiarata. Ma ti assicuro che se liquidassi la questione con tanta superficialità le piaghe di Egitto si scatenerebbero contro di me sotto forma di commenti al vetriolo e insulti vari, quindi preparati alla mia digressione.

Ho acquistato due paia di scarpe Louboutin, entrambe taglia 38, entrambe della lunghezza perfetta per il mio piede. Il problema è che con Monsiur la misura non corrisponde solo alla lunghezza: oscillare tra le varie mezze misure significa salvarsi la vita e riuscire ad indossare le scarpe, sbagliare può invece voler dire vivere una vita di frustrazione e sofferenza. Come – sono – drammatica.

Ma alcuni modelli, soprattutto le décolleté, sono estremamente stretti, e non parlo solo della punta ma di tutta la scarpa, quindi mezzo numero in più può fare la differenza; alcune pumps a tacco 12 costringono il piede a scivolare in avanti in una posizione così tanto inclinata che può essere saggio acquistare mezza misura in meno per evitare di lasciare spazio dietro, ma dipende dai tuoi gusti, dalla forma del tuo piede e dalla stagione in cui pensi di indossare le scarpe.

come calzano le louboutin

Come calzano le Louboutin: consigli per lo shopping a distanza

Le mie open toe (modello Flo) hanno questo problema, ma le ho prese per indossarle con il caldo, quando il piede si gonfia un pochino, quindi a ben vedere sono perfette: ho provato a metterle con il fresco ed è stato un disastro, sarebbe stato meglio uscire in ciabatte, non aggiungo altro.

In conclusione prima di comprare le Louboutin a distanza cerca di fare caso a questi 4 punti:

  1. La forma della scarpa: più la famosa suola rossa appare stretta più la calzata sarà complicata.
  2. Il tipo di scarpe: sandali, open toe, decollete e ballerine hanno caratteristiche diverse che possono incidere sulla calzata.
  3. Il tacco: più è alto più il piede scivola in avanti, quindi attenzione!
  4. Il materiale: pelle e tessuto sono più morbidi della vernice, ma molto più morbidi, parola di una che ha comprato solo Louboutin in vernice e ancora non ha capito il motivo di questa follia

 

Come nel caso delle scarpe Jimmy Choo anche per Louboutin si trovano online diversi post scritti da blogger americane che consigliano quasi sempre di prendere mezza taglia o una taglia in più: le misure americane sono diverse da quelle europee, che invece sono esattamente le stesse a cui noi siamo abituate. Per loro le scarpe Made in Italy vestono poco, per noi… vestono perfetto!

In sostanza prendi con le pinze queste informazioni, perché spesso i consigli si basano su un sistema di misure completamente diverso dal nostro.

Negli anni la produzione di Louboutin ha iniziato ad essere più coerente, fino a qualche tempo fa lo stesso modello aveva calzate diverse perché veniva prodotto in calzaturifici diversi, ma oggi questo problema sembra essere risolto, per fortuna.

Le famose décolleté So Kate, Iriza e Pigalle hanno una calzata mediamente regolare, ma ricordati sempre di fare il test con i 4 punti che ti ho segnalato in alto: una scarpa con il tacco 12 in vernice sarà di certo più stretta della stessa pump in pelle tacco 10. Questa è una regola che di logica vale per tutti i brand, ma secondo me solo con Louboutin fa davvero la differenza!

come calzano le louboutin

 

Leggi anche: Come riconoscere le scarpe Louboutin originali

23 thoughts on “Come calzano le Louboutin?

  1. Bravissima, ottimi consigli! Non comprerei mai scarpe online in generale, devo sempre provare destra e sinistra e con il tipo di calza con cui la voglio portare, o senza in certi casi (che per me sono solo i sandali o le open toe).

    1. Il problema è che con questi brand spesso online si trovano degli affaroni, quindi meglio farsi trovare più o meno preparate. Però l’esperienza della boutique è tutta un’altra cosa, meravigliosa!

  2. Grazie Sara, bellissimo articolo! Lo aspettavo da tempo. Se trovero’ un’occasione sapro’ finalmente come comportarmi, ma in prospettiva l’obiettivo e’ andare a Milano e fare prove e acquisto in boutique. Come dici tu e’ tutta un’altra cosa e nel mio caso lo e’ ancora di piu’.
    🙂

  3. Ciao Sara,
    veramente utili questi post dedicati.
    Io con le Loubs devo andare sulla mezza misura in piu, soprattutto con le pigalle tacco 10/12 !!!
    i modelli con tacco 7/8 invece calzano giusto , per me 🙂

  4. Ragazze, una curiosità…
    ma solo io dopo 2 ore che indosso delle So Kate 12mm comincio a chiamare il prete per l’estrema unzione perché il dolore che provo è insopportabile? Grazie

  5. Le prime Louboutin, So Kate in vernice nera, ignorando tutte le precauzioni relative a queste trappole ho preso num 35, ossia il numero che solitamente utilizzo per le decolté.

    L’inizio è stato traumatico, dopo un paio d’ore la scarpa si trasformava in una morsa, mi sono rifiutata di portarle dal calzolaio per paura di danneggiare la vernice.
    Dopo la disperazione di veder inutilizzato il regalo di Natale più bello che avessi mai ricevuto, lo spiraglio di luce è arrivata con la suola protettiva …la situazione è notevolmente migliorata dopo che le ho fatte risuolare in boutique… ci è voluto un mese ma ora la pianta si è ammorbidita e complice la bella stagione indossarle senza calze aiuta.

    Consiglio di scegliere il vostro numero o al max mezza misura in più… più la scarpa è grande più il piede scivola in avanti e poi dobbiamo essere realiste Non possono essere comode!

    1. Ogni volta che leggo “non possono essere comode” mi sento svenire, sono stupende ma non le ho mai comprate perché se devo piangere ogni volta che le metto mi sento tutto tranne che femminile e sexy, esistono tanti altri modelli molto più portabili!

  6. Io mi sto ancora chiedendo perché ho comprato delle So Kate di vernice tacco 12. Già farci 12 metri nel corridoio è una tortura. Non sono mai riuscita ad indossarle fuori casa

  7. Probabilmente perché sono bellissime e perché siamo bombardate da messaggi che ci dicono che la “vera donna” porta il tacco 12 come se fosse una pantofola! Le So Kate in particolare sono splendide ma scomode come mai nessuna scarpa, sono diventate un must have e cedere è naturale 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.