Colazione da Alessandro Oteri

Non indossavo un elegantissimo abito nero Givenchy e non avevo una piccola tiara luccicante infilata tra i capelli, ma lo scorso martedì mi sono sentita comunque come Holly, la protagonista del film “Colazione da Tiffany”, mentre camminavo assorta tra le strade del quadrilatero della moda a Milano. Sono stata invitata da Alessandro Oteri nel suo atelier, un’occasione imperdibile per visionare la collezione attuale, le anteprime della primavera/estate ma sopratutto per conoscere il designer e capire dai suoi racconti la passione per il suo lavoro di shoe-maker.

L’accoglienza è stata subito molto amichevole, l’atelier si trova in Via Borgospesso a Milano, a pochi metri di distanza dalla più caotica Via Montenapoleone: un angolo di quiete in cui il blu, colore feticcio di Alessandro Oteri, fa da padrone e scalda l’atmosfera; e poi loro, le scarpe, illuminate come opere d’arte e ordinate in base alle tonalità, dalle più accese alle più classiche, per un’esperienza visiva completa molto intrigante.

scarpe alessandro oteri decolletè punta tonda doppio fiocco

Parlare con Alessandro è stato un vero piacere, chi mi conosce sa che non mi piace fare domande dirette ma preferisco scoprire dettagli e informazioni semplicemente lasciando parlare in libertà il mio interlocutore: un’intervista al contrario in cui però scompaiono forzature e imbarazzi. Così ho scoperto che Alessandro ha creato la sua iconica decolletè Onda prendendo ispirazione dalla sua terra, la Liguria, in particolare dalle forme del promontorio di Portofino, che ha riportato nel design della scarpa; la suola blu è stato un omaggio al suo mare, all’acqua che rigenera e che ancora oggi è il segno distintivo delle sue creazioni, insieme ad un mix letale di eleganza e delicatezza. La sensazione che si ha prendendo in mano le scarpe di Alessandro è proprio quella di qualcosa di estremamente delicato, da trattare con cura; calzature lontane dagli eccessi modaioli che impazzano in questo momento, per questo così accattivanti e uniche. Ammirando la collezione ho scoperto che Alessandro detesta la zeppa, e infatti non ha creato alcun modello zeppato; il plateau invece è presente su alcune scarpe, ma è sempre molto discreto e ben bilanciato.

La collezione autunno/inverno 2012/2013 è composta da una prima linea molto ladylike e chic, caratterizzata da decolletè e stivali classici sia nelle forme che nelle scelte cromatiche, e da una seconda linea molto colorata, che accende l’inverno grazie anche a materiali morbidi come il suede, intenso e vitaminico, e i pellami lavorati con sapienza.

Anche la sperimentazione ha avuto e avrà spazio in casa Oteri: dagli stivali lavorati per un ottenere un insolito effetto legno al camoscio effetto glitter, passando per scarpine da Cenerentola con foglie d’oro cucite a mano e decolletè in preziosi tessuti vintage. Sotto l’atelier si cela un mondo meraviglioso in cui prendono vita le scarpe delle prossime collezioni, e dove riposato i modelli di quelle passate: dai sandali creati per i mondiali di calcio a quelli per le Olimpiadi, passando per le calzature ispirate all’arte astratta di Mondrian e quelle più sfiziose in perfetto stile burlesque, decorate con piume e nastri di raso.

Dopo aver ammirato la collezione ho colto l’occasione per provare alcuni dei modelli più particolari, purtroppo a causa del gelo lombardo indossavo le calze, che in alcuni casi sminuiscono la bellezza delle scarpe, comodissime e  perfettamente in linea con il mio stile classico ma sempre femminile:

 

Per la collezione primavera/estate Alessandro Oteri ha puntato sul colore, dagli abbinamenti più insoliti di tonalità aragosta, rosa pesca e giallo, alla pelle di rettile argentata, per illuminare al meglio l’abbronzatura ed incorniciare la gamba della donna che indosserà i suoi calzari romani, delicati e di effetto, da vera rocker. Non mancheranno le classiche decolletè con cinturino alla caviglia, femminili e senza tempo, dall’appeal vintage.

A coronamento di una mattinata perfetta sono stata omaggiata di un paio di scarpe, ovviamente mi sono commossa, non perdo mai l’occasione per emozionarmi! Si tratta di uno dei modelli che potete ammirare nella seconda foto del post, ma preferisco parlarvene in un  articolo a parte, così da avere anche il tempo di scattare delle foto speciali che rendano omaggio alla loro folle bellezza; vi consiglio di seguire anche la mia pagina Facebook perché lì pubblicherò altre foto inedite scattate martedì.

Ringrazio ancora Alessandro Oteri e Gaia per la loro disponibilità, e vi ricordo che stasera, dalle 19:30 alle 20:30 sarà ospite di Ilaria Perrotta nella sua trasmissione AttaccaBottone, live su RyarWebRadio, la puntata sarà molto sparkling, proprio come le scarpe qui sotto, a più tardi!

 

24 thoughts on “Colazione da Alessandro Oteri

  1. Le deco con megafiocco verde e i sandali coi cerchi mi piacciono tantissimo!! non vedo l’ora di scoprire che foto farai con le tue scarpette nuove (io so quali sonooo XD) 🙂

    Ti aspetto per la prossima gita a Milano, ti farò spendere molto di più rispetto a martedi scorso ahah ^^

  2. Ma che belleeeee! *_* A parte i tronchetti gialli e arancioni, mi piacciono tutte queste proposte, che collezione stupenda! *.* Le deco avorio col fiocchetto nero – molto Momo XDD – sono le mie preferite! ^_^
    Quale paio ti hanno regalato, quale?!
    *rosicamento all’ennesima potenza in atto*

    1. E non ho nemmeno postato tutte le foto, tra le tante scarpe manca una deco in vernice con maxi fiocco che è la fine del mondo (e visto il periodo è proprio il caso di dirlo ahah)! Nella mia pagina facebook personale ho dato un aiutino per capire quale modello è qui con me adesso, passa a leggere!

  3. io sto sognando insieme a te…meravigliose scarpe e in più mi sono sentita avvolgere dall’atmosfera quasi cotonata che emanava il suo atelier…bravissima!!!

  4. Collezione davvero interessante, ci sono un paio di modelli che aggiungerei volentieri alla mia “collezione”! 🙂 Shoe sono troppo curiosa di scoprire quali hai scelto!!! Sono contenta che la tua passione e competenza sono state ben ripagate! 😉

  5. Alcuni modelli sono veramente carini. Particolari ma di buon gusto. Come le deco a punta stondata con il fiocchetto. Trovo carini anche gli stivali della quarta foto e le deco glitterate dell’ultima. Non mi sembrano invece azzeccate le open toe gialle: mi sembra che la struttura impedisca al collo del piede di avanzare e così le dita non sporgono dall’open toe, lasciando quel brutto spazio di un centimetro davanti.

  6. che scarpe magnifiche!
    Nella seconda foto ci sono un paio di scarpe che sarebbero giuste giuste per me… quelle deco stupende con il fioccone in raso, adoro *__________*

  7. Non sai che sorpresa ………. G-R-A-Z-I-E.

    Sentire (ahimé solo la puntata del 20 dicembre) una voce  … mi ha fatto occhi "glitterati" con costante sorriso da ebete.

    In webradio pare più profonda (e complimenti per la disinvoltura e la dizione pulita) …. di nuovo grazie.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.