"Chi dice donna dice tacco", il nuovo libro di Bea Buozzi

Il vecchio e fastidioso proverbio “chi dice donna dice danno” nel 2013 è stato riadattato dalla giornalista Bea Buozzi, che lo ha scelto, in una nuova veste più vera e simpatica, come titolo del suo ultimo libro, “Chi dice donna dice tacco” (Morellini Editore). Il tema, neanche a dirlo, sono loro, le nostre adorate scarpe alte: i modelli must have più osannati e adorati vengono introdotti tramite la storia di una donna che le ama e che si identifica con loro, usando l’accessorio come mezzo per esprimere la propria personalità. E non è quello che facciamo tutte noi?

Troviamo quindi una disicantata Cerentola, moderna e alle prese con una splendida decolletè da principessa… e un principe gay, ma anche donne normali, che tramite internet scoprono una sconosciuta attrazione verso un misterioso uomo feticista, e così via, passando  dalle zeppe agli stiletti di Louboutin, fino ad arrivare ad ankle boots e sandali flat.

Ho portato con me il libro durante la mia vacanza in Costa Rica, e l’ho divorato in aereo, per calmarmi perché dopo diciotto ore di viaggio stavo iniziando a dare i numeri: obbiettivo raggiunto, mi sono immersa nella lettura e ho dimenticato dove fossi. Le storie scorrono in modo fluido, sono divertenti, e in ognuna di essere ho ritrovato un pezzetto di me: io non riesco ad identificarmi con un solo modello di scarpe, e voi?

Vi consiglio di leggere questo libro, perfetto per staccare la spina e godersi una bella serata casalinga di relax, tra maschere e smalti; penso proprio che lo porterò alla prossima giornata al femminile che passerò con le mie amiche, e credo che a breve lomi piacerebbe inserirlo in un giveaway che si terrà qui sul blog… voi che ne dite?

Chi-dice-donna-dice-tacco-di-Bea-Buozzi.-Che-la-scarpa-sia-con-noi-sempre_h_partb

Seguite Bea Buozzi su Twitter usando anche l’hashtag #chidicedonnadicetacco

8 thoughts on “"Chi dice donna dice tacco", il nuovo libro di Bea Buozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.