Anche Alberto Guardiani cede a pois e quadretti Vichy

Quando ho visto questi sandali per la prima volta ho avuto delle serie difficoltà a stabilire chi li avesse creati, hanno talmente tanti dettagli particolari che classificarli facendo affidamento al consueto stile dei designer è stato impossibile: voi guardandoli avreste mai detto che sono firmati Alberto Guardiani?

alberto guardiani estate 2012 sandali tacco a spillo

Io no, non perché non apprezzi le scarpe di questo brand, ma perché non mi aspettavo tanti virtuosismi stilistici da un designer dalle linee tanto pulite; forse il 2012 è l’anno della svolta, in ogni caso questi sandali sono così originali che non ho potuto ignorarli.

Il tacco, di 13 cm, è rivestito in un tessuto simil denim a pois bianchi, in netto contrasto con la tomaia, composta da due listini incrociati stampa Vichy; il tallone in pelle lucida blu elettrico sembra prelevato da un altro sandalo più classico, e si abbina alla parte inferiore del doppio platform. La parte superiore del plateau è rivestita in suede rosso sangue, e spezza la monotonia cromatica dei tessuti.

La mia opinione di questi sandali è positiva, a lasciarmi perplessa è solo la parte del tallone, eccessivamente lavorata per un sandalo in tessuto dall’appeal marinaro; nel complesso questo modello rimane di sicuro impatto, poco adatto a chi ama passare inosservata!

6 thoughts on “Anche Alberto Guardiani cede a pois e quadretti Vichy

  1. mmmmm no, direi che a me non piacciono. Troppe cose tutte insieme: pois, quadretti, fiocchi, tessuto, denim, pelle……naaaaa
    Io boccio.

  2. Dopo che Guardiani ci ha proposto sandali con polsini di spugna come laccetto questo è fin poco XD!!
    Scherzo, a me ricordano di più le bimbe tacchizzate di Tabitha Simmons *_*

    E..li amo!!!

    Momo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.